Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La critica letteraria di György Lukács

Lo studio della teoria lukacsiana della letteratura è inscindibile dalla comprensione delle basi metodologiche che sottostanno alla filosofia marxista. Lukács propone un’interpretazione della critica letteraria marxista che si sviluppa sempre dall’analisi dei testi fondamentali del marxismo. Nelle sue intenzioni di critico letterario marxista c’è la volontà e la ferma convinzione di poter dimostrare come la critica marxista debba assolutamente essere rintracciata nelle opere, negli appunti e nelle discussioni private di Marx ed Engels. Quest’ultimi pur non avendo mai dato alla luce un testo che proponesse esplicitamente un impianto estetico o letterario, avrebbero, secondo Lukács, lasciato nei loro lavori riflessioni letterarie sufficienti per delineare i principi di una teoria della letteratura e della critica letteraria marxista.
Questo studio vuole essere un’indagine della critica letteraria di György Lukács e della sua interpretazione nel panorama culturale del nostro paese. Delineando le origini della critica lukacsiana, si cercherà contemporaneamente di esaminare la storia e le vicende che hanno segnato la nascita e la diffusione della critica letteraria marxista.

Mostra/Nascondi contenuto.
2    Introduzione   Questo studio vuole essere un’indagine della critica letteraria di György Lukács e della sua interpretazione nel panorama culturale del nostro paese. Delineando le origini della critica lukacsiana, si cercherà contemporaneamente di esaminare la storia e le vicende che hanno segnato la nascita e la diffusione della critica letteraria marxista. Lo studio della teoria lukacsiana è inscindibile dalla comprensione delle basi metodologiche che sottostanno alla filosofia marxista. Lukács propone un’interpretazione della critica letteraria marxista che si sviluppa sempre dall’analisi dei testi fondamentali del marxismo. Nelle sue intenzioni di critico letterario marxista c’è la volontà e la ferma convinzione di poter dimostrare come la critica marxista debba assolutamente essere rintracciata nelle opere, negli appunti e nelle discussioni private di Marx ed Engels. Quest’ultimi pur non avendo mai dato alla luce un testo che proponesse esplicitamente un impianto estetico o letterario, avrebbero, secondo Lukács, lasciato nei loro lavori riflessioni letterarie sufficienti per delineare i principi di una teoria della letteratura e della critica letteraria marxista. In virtù di quanto è stato detto è necessario analizzare le osservazioni e le valutazioni di Karl Marx e Friedrich Engels sulla letteratura e più in generale sulla cultura del loro tempo. In esse le opere artistiche del passato sono considerate prodotti di forze storiche e condizioni materiali ben determinate: la storia è un luogo di conflitti e di contraddizioni. Le ideologie che si affermano in ogni epoca storica sono collegate con gli interessi e le visioni dei gruppi sociali in conflitto tra loro e sovente

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luca Pastore Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1566 click dal 18/11/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.