Skip to content

L'opera Deti Rozentalja

Informazioni tesi

  Autore: Livia Bonvicini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Donatella Possamai
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 204

La scoperta che uno scrittore russo contemporaneo avesse scritto il libretto per un’opera lirica ha fornito lo spunto per approfondire un argomento purtroppo solitamente trascurato dagli studi: il nesso tra letteratura e musica nel mondo moderno.
Il primo passo è stato la traduzione del libretto. In questo modo si è venuti a conoscenza del soggetto, dello stile e della lingua dello scrittore. Il lavoro è stato difficoltoso a causa della presenza nel testo di molti termini popolari, soprattutto nella seconda parte.
Troviamo la traduzione nel terzo capitolo, il più corposo ed importante, inserito come cuore della tesi poiché da lì è partita tutta la ricerca successiva.
Il passo seguente è stato la conoscenza letteraria dell’autore del libretto, lo scrittore Vladimir Sorokin, molto famoso ed alternativamente apprezzato sia in patria che all’estero. Su questo si è scritto e discusso molto; come si apprenderà nel primo e nel quarto capitolo, l’opposizione alle sue idee si è palesemente manifestata in più di un’occasione.
Sono poi stati reperiti i file audio dell’opera. Navigando in molti siti russi si è trovata una versione completa della messa in scena, che ha permesso l’ascolto integrale e la correzione del libretto. Esso, infatti, risultava a volte mancante di alcune battute o parole che si potevano distinguere nell’ascolto.
La rappresentazione visiva dell’opera, purtroppo, è solo parziale, poiché si è riusciti a recuperare solamente qualche immagine e pochi video.
La ricerca si è poi spostata nella capitale russa per reperire materiale sul compositore, Leonid Desjatnikov. La sezione musicale della Rossijskaja gosudarstvennaja biblioteka (Biblioteca statale russa) si è rivelata molto fornita a riguardo: sono stati recuperati numerosi articoli apparsi su riviste musicali che hanno seguito la carriera del compositore fin dai primi passi, e le partiture di tre delle sue numerose composizioni. Mancano invece le incisioni: da quanto appreso alla fonoteca della biblioteca, Desjatnikov pubblica quasi tutto in Germania e per l’Istituzione è costoso acquistare i suoi lavori dall’estero.
L’interesse per Desjatnikov è nato dal fatto che in Italia non è conosciuto e la sua opera non è nota. Questa impressione è stata confermata dalla ricerca nell’ambiente musicale italiano: solo pochissimi bibliotecari, musicisti di professione, esperti che si occupano di musica annoverano questo nome fra le proprie conoscenze. Questa consapevolezza ha dato lo stimolo ad approfondire la sua figura; pertanto possiamo affermare che la personalità di Leonid Desjatnikov venga presentata per la prima volta al pubblico italiano.
In realtà anche in Russia il suo nome è noto quasi solamente all’interno della cerchia dei musicisti o degli artisti che hanno collaborato con lui (registi, scenografi, direttori musicali).
Dopo aver determinato la visione d’insieme si è passati all’analisi dell’opera nel modo più esaustivo possibile. Il quarto capitolo riporta un’approfondita presentazione della messa in scena, spiegando e sottolineando i particolari che più hanno incuriosito l’autrice, e i passaggi cruciali ritenuti importanti nello svolgimento. La prima parte dell’analisi riguarda la genesi dell’opera: le idee, il confronto fra gli autori, le diverse proposte. In seguito si riporta una cronaca delle polemiche seguite dapprima all’annuncio che il libretto sarebbe stato commissionato a Sorokin (2002), successivamente di quelle a ridosso della prima nel marzo del 2005. A questo segue la descrizione delle caratteristiche più intrinseche e tecniche dell’opera: i personaggi, la struttura, la regia, lo svolgimento. Si è voluto spiegare ogni aspetto che potesse risultare poco chiaro o di non immediata conoscenza, spostandosi costantemente dal piano narrativo a quello musicale. Sono stati descritti tutti gli aspetti macroscopici, quelli che più hanno colpito ed impressionato, e la maggior parte di questi riguarda la musica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

2005
sorokin
desjatnikov
deti rozentalja
opera russa contemporanea
opera sorokin
opera desjatnikov
bol'šoj mosca
storia opera russa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi