Skip to content

La narrativa di Carmen Laforet

Informazioni tesi

  Autore: Elena Pocorobba
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Valeria Scorpioni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 38

Assieme ad altri scrittori, Carmen Laforet fa parte della narrativa della Spagna del dopoguerra: ci troviamo tra gli anni ’40 e ’50 del secolo scorso, il conflitto civile è appena terminato ed il paese si trova in un momento difficile.
L’unico veicolo di denuncia è la letteratura, che tratta in modo più o meno personale, quegli anni terribili.
Bisogna, comunque, sottolineare che la sensibilità di uno scrittore è molto diversa rispetto a quella di un’autrice: questa, ovviamente, non si baserà solo sugli aspetti che ho sopra elencato, ma si dedicherà anche ad altri temi più vicini all’ambito femminile, trattandoli e giudicandoli sempre dal suo punto di vista.
Carmen Laforet, dunque, assieme ad Ana María Matute, Mercé Rodoreda e ad altre scrittrici, si situa nella narrativa della Spagna contemporanea e viene studiata dalla cosiddetta critica letteraria femminista.
Un tema questo che ho trattato all’inizio della mia dissertazione, come preambolo per capire parte del mondo di Carmen Laforet.
Come afferma Geraldine C. Nichols “el acto de escribir se realiza siempre desde el interior de una cultura, de una lengua y de una tradición literaria ya dadas, los estudios agrupados en este libro rastrean (des/cifran) las huellas de la diferencia específica que, por el mero hecho de ser mujer, toda escritora encarna, en un mundo donde la norma es masculina. Una autora propone una lectura que permita rescatar las voces sumergidas y revelar (des)órdenes de significado previamente ignorados o relegados por insignificantes. Una lectura, en suma, que estimule la atención hacia los silencios del discurso; que acerque el oído al susurro que cuenta lo femenino.”

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I. INTRODUZIONE: L’interesse nei confronti del romanzo spagnolo è nato durante il corso di Letteratura Spagnola I, grazie alla lettura del testo Tempo di silenzio tempo di parola (incursioni nel romanzo spagnolo dalla fine della guerra civile ai primi anni ’90) di Valeria Scorpioni. 1 Ho dunque pensato, all’epoca, di poter utilizzare la curiosità che ne derivava per scrivere la mia dissertazione finale. In particolare mi aveva interessato Carmen Laforet; forse era stata l’autrice che più mi aveva colpito nella lunga ed interessante carrellata di romanzi studiati. Successivamente la curiosità si è concretizzata e dopo un lungo lavoro eccomi qui ad inserire l’ultimo tassello, che chiuderà il mio percorso universitario. Lo scopo della mia dissertazione finale è molto semplice: approfondire un po’ più attentamente la figura di Carmen Laforet attraverso l’ausilio di testi critici, trattando i suoi romanzi più importanti ed accennando anche ai racconti brevi. Durante lo studio dei testi e la lavorazione della dissertazione, mi sono resa conto che Carmen Laforet si inseriva in un quadro storico, politico, sociale e letterario ben più ampio ed importante di quanto immaginassi. Assieme ad altri scrittori, quest’autrice fa parte della narrativa della Spagna del dopoguerra: ci troviamo tra gli anni ’40 e ’50 del secolo scorso, il conflitto civile è appena terminato ed il paese si trova in un momento difficile. L’unico veicolo di denuncia è la letteratura, che tratta in modo più o meno personale, quegli anni terribili. Bisogna, comunque, sottolineare che la sensibilità di uno scrittore è molto diversa rispetto a quella di un’autrice: questa, ovviamente, non si baserà solo sugli aspetti che ho sopra elencato, ma si dedicherà anche ad altri temi più vicini all’ambito femminile, trattandoli e giudicandoli sempre dal suo punto di vista. Carmen Laforet, dunque, assieme ad Ana María Matute, Mercé Rodoreda e ad altre scrittrici, si situa nella narrativa della Spagna contemporanea e viene studiata dalla cosiddetta critica letteraria femminista. Un tema questo che ho trattato all’inizio della mia dissertazione, come preambolo per capire parte del mondo di Carmen Laforet. Come afferma Geraldine C. Nichols “el acto de escribir se realiza siempre desde el interior de una cultura, de una lengua y de una tradición literaria ya dadas, los estudios agrupados en este libro rastrean (des/cifran) las huellas de la diferencia específica que, por el mero hecho de ser mujer, toda escritora encarna, en un mundo donde la norma es masculina. Una autora propone una lectura que permita rescatar las voces sumergidas y revelar (des)órdenes de significado previamente ignorados o relegados por insignificantes. Una lectura, en suma, que estimule la atención hacia los silencios del discurso; que acerque el oído al susurro que cuenta lo femenino.” 2 1 Il Segnalibro, Torino, 1995 2 Nichols C. Geraldine, Des/cifrar la diferencia. Narrativa femenina de la España contemporánea, Siglo Veintiuno de España Editores, Madrid, 1992, p. 1 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

carmen laforet
tremendismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi