Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lodo Alfano: problemi di costituzionalità

L'elaborato esamina la vicenda costituzionale della legge 124/2008, alla luce della precedente vicenda che interessò la legge 140/2003, mettendo in evidenza i problemi di legittimità costituzionale suscitati da questi due atti normativi e guardando alle censure mosse agli stessi da parte del supremo giudice delle leggi, la Corte Costituzionale. Segue una analisi precisa delle argomentazioni della Corte, una ampia disamina delle posizioni dottrinali più eminenti, e infine, uno sguardo sui possibili svolgimenti futuri inerenti l'eterna questione delle immunità dei governanti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 […] Per una volta, Beniamino accettò di venir meno alle proprie regole e lesse per lei [la cavalla Trifoglio] ciò che era scritto sul muro. Non c’era scritto più niente, se non un unico Comandamento che diceva: TUTTI GLI ANIMALI SONO UGUALI MA ALCUNI ANIMALI SONO PIU’ UGUALI DEGLI ALTRI. Dopodiché non parve strano che il giorno dopo i maiali addetti a sorvegliare i lavori avessero delle fruste tra le zampe.[…] – GEORGE ORWELL, “Animal farm”, in G. ORWELL, La fattoria degli animali, Oscar Mondadori, 2009, pagg.106,107. PREMESSE . I. L’OGGETTO DELL’ANALISI . Mi piace introdurre il mio lavoro con questo passo del noto scritto orwelliano perché, più di altri, mi è sembrato idoneo a descrivere la situazione paradossale che a mio modo di vedere si era venuta a creare (e in parte sussiste tutt’ora) dopo l’entrata in vigore della contestata legge n.124 del 2008, meglio conosciuta con il nome - a dir il vero improprio (e su cui v. infra) - di “lodo Alfano”, dal nome del Ministro Guardasigilli proponente. E’ noto a tutti, anche in ragione della grande attenzione ad essa riservata dai mezzi di comunicazione di massa, che la Corte costituzionale, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità costituzionale dell’articolo 1 della legge Alfano, nel quale peraltro essa si risolve, ha finalmente posto la parola fine alla vicenda processuale costituzionale, con la sentenza n.262 del 7 ottobre 2009, depositata in cancelleria il giorno 19 dello stesso mese, avendone dichiarato la incostituzionalità per violazione del combinato disposto

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Lorenzo Barison Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 489 click dal 22/11/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.