Skip to content

Esibizioni allo specchio: narcisismo e reality show

Informazioni tesi

  Autore: Alessandra Pistillo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Media e Giornalismo
  Relatore: Sergio Caruso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

Questo lavoro nasce da una riflessione che prende corpo durante gli anni universitari appena trascorsi. Studiare, lavorare, uscire, guardare la Tv: gli studi sui media formano la personalità e si comincia a guardarsi intorno con occhio più critico e consapevole dei processi culturali che hanno portato la nostra società a trasformarsi in quella che è oggi. Ancora più limpidi appaiono i processi socio-psicologici che fanno della società mass-mediale odierna qualcosa di molto diverso rispetto a cinquant’anni fa: quando non c’era la connessione in tempo reale, quando le pubblicità non erano così martellanti, quando non era esploso il boom dei reality shows.
Si indaga sulle motivazioni psicologiche profonde che inducono alla partecipazione attiva (come aspiranti protagonisti) e “passiva” (come pubblico) ai reality shows, questa particolare forma di intrattenimento televisivo che si diffonde “a macchia d’olio” sugli schermi televisivi della società occidentale, andando a influenzare l’intero il modo di fare spettacolo.
Nel primo capitolo scopriremo che i “reality” si sono radicati perché hanno trovato terreno fertile negli individui che abitano la post-modernità, epoca in cui dilaga la personalità narcisistica. Vivendo immersi in una società mediatica e portando il peso di una solitudine interiore così voraginosa da sfociare in un estremo bisogno di prossimità e rassicurazione sulla certezza di esistere, questi possono sopravvivere psicologicamente solo specchiandosi gli uni negli occhi degli altri: spesso attraverso l’esibizionismo davanti alla telecamera, porta d’accesso per milioni di sguardi. Così lo specchio di Narciso rimette insieme i pezzi di un’individualità frantumata dalle incertezze della vita e l’uomo mostra al mondo la sua maschera sfavillante.
Nel secondo capitolo si indaga sulla dimensione nella quale è attualmente situato il rapporto collettivo con la Tv, ritrovando nelle teorie di Bion le categorie per l’analisi delle motivazioni profonde che, assieme alle ragioni di mercato, offrono un’altra spiegazione al perché i reality show sono riusciti ad imporsi fortemente nel nostro panorama televisivo, al punto da modificare gli stili di vita di milioni di persone, disposte a tutto per “spiare” ed “essere spiate”. Nel terzo capitolo si offre un’analisi del format Tv di Maria de Filippi, i cui programmi si presentano come la risposta concreta a quei bisogni psicologici emersi nell’individuo post-moderno. In particolare, il programma “Uomini e Donne” si presenta come l’esempio calzante di trasmissione nella quale si rispecchiano le teorie esposte in questo lavoro circa l’esibizionismo davanti alle telecamere, il narcisismo, le motivazioni profonde del coinvolgimento ai reality shows.
Concludiamo svelando il paradosso dei “reality”, non con l’intento di criticare questo genere televisivo, quanto di incoraggiare a parteciparvi consapevolmente, per guardare oltre lo specchio del famoso Narciso ed evitare di abbracciare maschere illusorie che si riflettono in acque…non proprio trasparenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO: PERSONALITA’ NARCISISTICA E REALITY SHOW. IL REALITY SHOW COME ESPERIMENTO DI LABORATORIO PSICOANALITICO: LA DISCUSSIONE PUBBLICA SULL’ANALISI COMPORTAMENTALE DEI PROTAGONISTI. Perchè questa “invasione” dei reality shows nel panorama televisivo? Quali sono le motivazioni profonde e specifiche che hanno indotto la società ad accogliere a braccia aperte questo format? Quali sono le dinamiche individuali e di gruppo nella partecipazione attiva (come concorrenti) e “passiva” (come pubblico) al genere “reality”? I reality shows , da quando sono approdati sui nostri palinsesti televisivi hanno prodotto una rivoluzione (forse permanente) nel modo di fare televisione. Ogni programma televisivo ha cominciato a introdurre nella sua struttura elementi di “reality”: telecamera puntata il più a lungo possibile sui protagonisti dei programmi anche al di fuori della messa in onda ufficiale (le strisce giornaliere che mostrano il backstage settimanale di programmi che vanno in onda in prima serata, come “Amici”, ne sono un classico esempio); ostentazione del senso della diretta 1 e dell’improvvisato; spirito di gioco e 1 L’enfasi sulla diretta è la metafora telematica della ricerca di prossimità tipica dell’uomo postmoderno. L’età globale postmoderna, dal punto di vista dei legami sociali, genera una ambivalenza nella gestione del rapporto dell’Io con l’altro. Se da un lato emerge un individualismo teso all’autoaffermazione illimitata, dall’altro lato l’illimitatezza di possibilità pone l’individuo di fronte alla vertigine dell’infinito, producendo una sorta di insicurezza e debolezza che fa nascere in lui un bisogno estremo di comunità e di vicinanza, un intimo desiderio di sprofondare nell’intimità dell’altro. È come se l’Io debole, avvertendo quel senso di vuoto che la libertà non è riuscita ad appagare, cercasse di riempirlo attraverso la con-divisione e la prossimità reale o virtuale. La mobilità e la perdita dei confini spazio temporali, possibile grazie ai “miracoli”della tecnologia e dell’informatica possono essere in grado di soddisfare questo bisogno estremo di vicinanza. Così la connessione in tempo reale dei mezzi di comunicazione (internet, Tv satellitare, radio-telefonia mobile) tenta di soddisfare questo estremo bisogno di vicinanza ( stay connected ). Osservando in diretta un evento il soggetto entra a far parte della comunità virtuale dei telespettatori e il rapporto psicologico profondo con la Tv diventa un rapporto relazionale (Caruso). 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi