Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Star System: strategie comunicative per il personaggio nel sistema mediale italiano

Questo lavoro indaga sulla composizione del sistema della società dell’informazione per comprendere le logiche di creazione e successo del personaggio nello star system italiano.
Il fascino del personaggio dipende sia dalla “società dello spettacolo”, dominata dalla mercificazione simbolica e dal primato dell’immagine, sia da motivazioni psicologiche di massa radicate nel narcisismo e nel bisogno di modelli identificativi
Un personaggio deve la sua esistenza non solo alla visibilità, ma anche al suo incarnare e trasmettere valori simbolici capaci di suscitare empatia nel pubblico. Dagli albori dell’era della comunicazione di massa a oggi il personaggio ha subito una trasformazione da divo a merce totale, ma sia nello star system teatrale dell’Ottocento che in quello attuale egli è creato e mantenuto in vita dall’interrelazione delle parti che compongono il sistema: èlite sociali, mass media, professionisti della comunicazione e opinione pubblica, che è la parte più importante per il mantenimento della stabilità del sistema stesso. I rapporti tra le parti sono importanti sia perché determinano il tipo di volto di una società, sia per stabilire dove risieda il potere per l’indirizzo strategico nell’opinione pubblica.
Nel determinare se il successo di un personaggio possa essere indotto attraverso strategie comunicative possiamo distinguere due tipi di personaggio: quello “sparato” al pubblico passivo attraverso strategie invasive tipiche della “società dello spettacolo” e quello invece “talentuoso”, gestito da un sistema dove il potere non ristagna nei media e nei professionisti della comunicazione ma si estende anche al pubblico attivo.
Un caso di studio presentato è la gestione di Giorgio Panariello, esercitata da un sistema di agenzie tra cui la Xeo Agency, dove si è svolto il tirocinio.
Infine si ipotizzano alcune strategie comunicative,dalla mercificazione del brand-personaggio all’uso della comunicazione sociale e propagandistica, create dai professionisti della comunicazione per avvantaggiare l’immagine di alcuni personaggi, come ad esempio Mara Venier, Mara Carfagna, Lapo Elkann.
Affinché il pubblico non subisca passivamente strategie invasive (“governmentality”) e possa difendere il suo diritto a partecipare attivamente al sistema della società dell’informazione di cui è parte (“empowerment”), sarebbe auspicabile una maggior diffusione della cultura sulla comunicazione di massa.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Prima di entrare nel vivo dell‟argomentazione è utile fare una precisazione sul titolo. Il contesto della nostra analisi è quello italiano. A tal proposito il termine “Star system” può risultare fuorviante: in Italia non si sente mai parlare di uno star system sullo stile hollywoodiano, quindi potrebbe sembrare che l‟oggetto d‟analisi di questa tesi di laurea sia appunto lo star system “made in Usa”. Invece il termine va inteso in senso puramente letterale. Infatti, traducendolo letteralmente dall‟inglese all‟italiano starebbe a significare “sistema delle stelle”. Ora, sappiamo bene che tradurre letteralmente da una lingua a un‟altra non è la strada giusta per la comprensione del significato degli oggetti da convertire, ma servirci di tale traduzione letterale è utile soprattutto per far luce su ciò che si vuol mettere in evidenza: il concetto di sistema. In tale ottica, potremmo intendere il “sistema delle stelle” come quel sistema, appunto, attraverso il quale vengono forgiate le “stelle”, termine metaforico per intendere i personaggi famosi. Esiste infatti un sistema le cui dinamiche sono più o meno sconosciute al grande pubblico; una “fabbrica” che lavora dietro le quinte della ribalta, composta da tante importanti parti che interagiscono tra loro e che vanno a creare il prodotto mediatico che quotidianamente ci troviamo davanti agli occhi su piccoli e grandi schermi, pubblicità e stampa. Il sistema cui facciamo rifermento è dunque quell‟insieme di meccanismi che collaborano alla creazione dei personaggi e prodotti mediali. Meccanismi fatti da figure professionali che si nutrono di particolari contesti psicologici di massa per radicarsi nella società. E‟ proprio l‟insieme di tali meccanismi che compone il sistema di cui parliamo. Un sistema che non si limita alla mera funzione di creare prodotti, ma che piuttosto estende il suo raggio d‟azione a tal punto da condizionare la struttura della società nel suo complesso. Un sistema in cui siamo immersi con tutto il nostro 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessandra Pistillo Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3232 click dal 29/11/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.