Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema Emission Trading nelle politiche ambientali. Il caso Sofidel S.p.A.

Della questione ambientale si parla da decenni. Sono stati pubblicati molteplici studi sull'argomento con strumenti e prospettive diverse. Le problematiche sociali, economiche e giuridiche sono adesso state ben delineate e negli ultimi anni la questione è finalmente sotto i riflettori e nelle agende dei governi mondiali. Ci troviamo di fronte ad una situazione molto particolare in cui gli equilibri geopolitici si vanno a innestare sulle tematiche dell'inquinamento e dello sfruttamento delle risorse energetiche. Nuovi attori economici e politici stanno entrando nel gruppo dei paesi sviluppati. Cina, India, Brasile e altri paesi hanno compiuto sforzi enormi per uscire dalla loro condizione di arretratezza economica. Questo però richiede un enorme utilizzo di energia. Energia che proviene ancora per la quasi totalità dai combustibili fossili, principali responsabili del cosiddetto effetto serra, considerato il maggior pericolo per il futuro del pianeta. Dall'altra parte vi sono le potenze economiche del G7, protagoniste di un lento declino causato da vari fattori, tra cui anche la concorrenza dei paesi citati in precedenza. Qui entra in gioco il tema dell'ambiente, declinato di volta in volta in termini di utilizzo di risorse rinnovabili, turismo sostenibile, economia verde, ecc. Tale tema può essere la molla per il rilancio delle economie in declino, così come un'enorme opportunità per le economie in sviluppo. Le istituzioni europee sembrano aver capito come l'ambiente possa essere il principale motore dello sviluppo negli anni a venire e hanno concentrato i loro sforzi su alcuni punti chiave. Uno di questi, l'Emission Trading System è il tema centrale di questo lavoro. Il mio obiettivo era quello di legare tirocinio e tesi attraverso un argomento che fosse spendibile a livello accademico e lavorativo. La scelta è caduta su questo strumento, scelto dall'Unione Europea per raggiungere i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra. Il tema di questo lavoro si collega strettamente a questa situazione. E' il frutto di un progetto di ricerca svolto all'interno del gruppo Sofidel S.p.A., la prima azienda italiana, e la prima a livello mondiale del comparto tissue, ad aver aderito al programma internazionale del WWF Climate Savers, basato sulla definizione volontaria di consistenti piani di riduzione delle emissioni di anidride carbonica, ottenibili attraverso l'adozione di strategie e tecnologie innovative. Attraverso l'esperienza del tirocinio, durato quasi cinque mesi, ho avuto la possibilità di osservare una parte, piccola ma assai interessante, del lavoro in azienda. Parimenti, ho avuto modo di intervistare tre personalità legate all'argomento che rappresentavano tre punti di vista importanti per il mio lavoro: Alessandro Vitelli, trader di IDEAcarbon, importante agenzia di ratings, ricerca e consiglio strategico del mercato del carbone, Marco Magrini, giornalista del Sole24Ore che si occupa di tematiche ambientali e Aldo Iacomelli, esperto in attività internazionali di cooperazione bilaterale e multilaterale, che ha negoziato e gestito accordi di cooperazione in materie energetiche ed ambientali per conto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Per ciò che riguarda l'aspetto teorico ho affrontato il problema con gli strumenti della scienza politica, principalmente attraverso l'approccio dell'analisi razionale delle politiche pubbliche e la comparazione tra i casi esaminati. La letteratura in italiano per ciò che riguarda l'ETS non è particolarmente ampia, per cui ho utilizzato alcuni testi stranieri (libri, articoli). Va però sottolineato come a livello accademico la conoscenza di questo strumento non sia particolarmente sviluppata per cui la maggior parte delle informazioni le ho acquisite tramite articoli in forma cartacea e internet. Lo svolgimento del lavoro ha visto una prima parte dedicata allo sviluppo storico della politica ambientale a partire dagli anni '60, ai giorni nostri, con particolare attenzione a ciò che riguarda la Comunità Europea. Successivamente ho affrontato più in particolare il problema della governance comunitaria per poi addentrarmi più nello specifico per ciò che riguarda l'Emission Trading System e gli studi, soprattutto di tipo economico, già compiuti sull'argomento. Per ultimo, comparando i dati sulle emissioni di tre aziende del gruppo Sofidel presenti in tre diversi Paesi dell'UE, ho analizzato il funzionamento del meccanismo ETS, cercando di intuirne l'efficacia e l'efficienza. Nelle conclusioni ho poi scritto quelle che penso siano le problematiche e i possibili sviluppi di questo strumento, frutto delle informazioni che ho avuto modo di ottenere durante il mio lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione I.1 La collaborazione con SOFIDEL S.P.A. Questo lavoro di ricerca è il frutto dell’esperienza maturata durante il tirocinio svolto presso la SOFIDEL S.p.A., Azienda impegnata nel settore cartario. Il tirocinio, aveva come finalità lo studio del meccanismo europeo per la riduzione dell’emissione di CO2, che coinvolge direttamente l’azienda. Tale meccanismo, chiamato Emission Trading System, è infatti la risposta europea agli obblighi di riduzione di gas serra previsti dal Protocollo di Kyoto. Si è quindi partiti da una breve ricostruzione dell’evoluzione del pensiero ambientalista, humus sociale e scientifico dal quale ha avuto origine il (lento) cambiamento del rapporto tra l’uomo e l’ambiente, si è cercato di comprendere le evoluzioni di questa difficile convivenza. Per far questo sono state analizzate le principali traiettorie della politica ambientale internazionale, partendo dal Rapporto Brundtland, “Our Common Future” del 1987, nel quale si trova la prima definizione di sviluppo sostenibile 1 e che è stato considerato il punto di partenza di questo lavoro. Si passerà poi ad analizzare più nello specifico la politica ambientale europea, all’interno della quale nasce l’oggetto specifico di questo studio, l’Emission Trading. Tale meccanismo è stato affrontato con gli strumenti della scienza politica, tramite la prospettiva dell’analisi razionale delle politiche pubbliche, considerata nel settore dell’analisi delle politiche pubbliche la più adatta per trattare questo argomento e che verrà delineata nel corso di questa introduzione. Scopo ultimo di questa tesi è la valutazione dell’efficacia di questo strumento ai fini del raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, così come previsti dagli impegni presi dall’UE con la comunità internazionale. 1 « lo Sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni » (WCED,1987)

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federico Giovannelli Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2053 click dal 16/04/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.