Skip to content

The New Great Game, il ritorno del Grande Gioco

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Olla
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Annamaria Baldussi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 129

Attraverso questo saggio cerco di analizzare la situazione geopolitica attuale dell'Asia centrale. Tale relazione è suddivisa in due parti.
Nella prima parte viene fatto un breve excursus storico dell'area, allo scopo di poter capire meglio la situazione attuale e poter provare a prevederne i possibili risvolti futuri, in particolare provando ad esaminare tre temi:

1) la Via della Seta;
2) il Grande Gioco del XIX secolo;
3) gli avvenimenti succedutesi nella regione nel XX secolo fino agli inizi degli anni '90 (il secolo breve di Hobsbawm).

Nella seconda parte analizzo la situazione odierna dell'area, paragonandola a una partita di risiko. Le tematiche prese in considerazione sono:

1) l'area, cioè il teatro dove si svolge questo “Gioco”;
2) i giocatori, cioè i paesi in lotta per il controllo dell'area, in primis il ruolo di USA, Russia e Cina;
3) le carte in loro possesso cioè il loro hard power e soft power;
4) la posta in gioco, in particolare:
a)le risorse: petrolio, gas, uranio e oppio;
b)il valore strategico dalla regione: l'Heartland di Mackinder e l'affermarsi di una "Nuova Via della Seta".

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione L'Asia centrale è sempre stata un'area strategica da millenni, da qui sono passate innumerevoli popolazioni, fu la terra d'origine degli Unni e dei Turchi, qui passava la Via della Seta descritta da “ Il Milione ” di Marco Polo, e sempre questa nel XIX secolo fu al centro del “Grande Gioco” che coinvolse l'Impero britannico e la Russia zarista. Oggi quest'area, dopo il crollo dell'Unione Sovietica, è ritornata a essere una zona contesa dalle grandi potenze, sia per motivi meramente economici, gas e petrolio in primis, sia per motivi puramente strategici (l'Heartland di Mackinder), tanto che si è cominciato a parlare, in particolar modo dopo alcuni eventi del 2001, di “ Nuovo Grande Gioco” . Da notare inoltre che se in passato erano solo due i protagonisti di questo “risiko”, adesso i giocatori sono diventati molto più numerosi, anche se i principali sono sostanzialmente tre : 1) Gli USA: hanno preso il posto di potenza egemone che nel XIX secolo fu del Regno Unito. Attualmente sono in crisi, sia a causa degli alti costi della guerra, sia soprattutto a causa della crisi economica che attanaglia il paese. 2) La Russia: dopo il crollo del regime sovietico, ha avuto dieci anni disastrosi con El'cin. Con l'ascesa di Putin, il paese si è risollevato, riprendendosi quel ruolo di grande potenza che ebbe dai tempi di Pietro il Grande. 3) La Cina: è il paese con la crescita economica più alta da decenni. Secondo molti analisti è destinata, in un futuro molto prossimo, a soppiantare gli USA dal ruolo di prima potenza. La partita, appena iniziata, è già entrata nel vivo, con una guerra quasi decennale, rivoluzioni colorate e passaggi di campo repentini che fanno da sfondo a una lotta sotterranea, ma non per questo meno spietata, dove il premio finale non è solamente l'accaparrarsi ingenti risorse, ma anche l'acquisizione di una posizione strategica di grandissimo rilievo nel panorama geopolitico odierno. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stati uniti
turchia
petrolio
russia
iran
pakistan
regno unito
gas
cina
india
afghanistan
asia centrale
grande gioco
xinjiang
soft power
hard power
via della seta
new great game
peter hopkirk
mackinder
heartland
l’organizzazione per la cooperazione di shanghai
risiko
picco di hubbert

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi