Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pubblicità, informazione e ruolo economico di Internet

La trattazione quindi si presenterà in principio come una descrizione degli aspetti generali del discorso pubblicitario e dei suoi obiettivi principali. Successivamente subentreranno diverse ramificazioni, e a queste seguiranno le varie classificazioni della pubblicità. Per esempio parlerò della separazione tra mercato perfettamente concorrenziale e differenziazione del prodotto, e di come le campagne pubblicitarie vengono influenzate ed influenzano a loro volta il livello di concorrenza del mercato. Ancora, descriverò le differenze tra beni esperienza e beni ricerca, affiancando ad ognuno la tipologia di pubblicità più adatta ed il miglior mezzo di comunicazione per raggiungere il pubblico. Inoltre verrà approfondita la questione di come la qualità del prodotto entri in contatto con la comunicazione d’impresa, dal punto di vista del venditore come dell’acquirente. All’uso della pubblicità, come strumento di comunicazione di alta qualità, saranno affiancate altre tecniche quali le strategie di prezzo, la reputazione e la garanzia. Infine descriverò un importante aspetto del rapporto produttore-cliente, ovvero la distribuzione di vendita, soffermandomi sulle modalità con le quali pubblicità e intermediari commerciali interagiscono.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nell’era dell’informazione, la comunicazione ha assunto un ruolo fondamentale all’interno del rapporto tra produttore e consumatore. Tale rapporto è proprio ciò che intendo analizzare nel corso della trattazione. Negli ultimi anni, in particolar modo, è evidente una crescente importanza delle tecniche comunicative, spesso a scapito della qualità. Vale a dire che alla base del legame esistente tra imprese produttrici e potenziali clienti c’è soprattutto la componente comunicativa, ed è questa, più che la qualità del bene, ad attrarre il consumatore e a conquistare le sue preferenze. Frequentemente la strategia comunicativa di un’impresa determina il suo successo/fallimento, dato che, più dell’esistenza di qualità e di affidabilità del prodotto, è importante la capacità di comunicare al pubblico tali qualità ed affidabilità. L’obiettivo primo di ogni produttore, quindi, è arrivare al consumatore, catturare la sua attenzione, e spesso, modellare le sue preferenze e le sue necessità. Dal punto di vista economico, perché è questo che la mia tesi porta avanti nel corso dei tre capitoli, la comunicazione assume diversi significati, ma è soprattutto discorso pubblicitario e diffusione d’informazione. Come sintetizzato dal titolo, gli argomenti intorno ai quali si svolge l’analisi sono “pubblicità”, “informazione” ed “Internet”, legati da un filo conduttore che, come già detto, è il rapporto tra impresa e consumatore. Il primo capitolo sarà una descrizione delle maggiori tecniche adottate dal produttore per incrementare le vendite. Le imprese analizzate saranno in generale produttrici di beni e servizi, ma lo studio sarà centrato soprattutto sui beni materiali, dotati di fisicità e venduti quindi sui mercati “tradizionali”. I punti fondamentali del discorso verranno messi tutti in relazione con la pubblicità, per capire come questa varia al variare delle caratteristiche del bene offerto e del mezzo di comunicazione utilizzato.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandra Zappacosta Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1558 click dal 13/12/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.