Skip to content

Value Stream Mapping per il miglioramento di organizzazioni sanitarie. Case Study: ASL Na 2 Nord di Caivano

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Buonerba
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Teresa Murino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

In seguito a queste nuove esigenze, negli ultimi decenni, si è evoluto un nuovo modello di azienda. Questo nuovo modello è stato denominato Azienda Snella in quanto basato sull’estensione all’intera azienda delle logiche organizzative e gestionali della Lean production.
La produzione snella o anche Lean production si propone come una strategia di gestione della produzione, con l’obiettivo di ottimizzare un sistema produttivo. La tendenza all’ottimizzazione deriva in primo luogo dall’incremento della velocità dei processi, attraverso una gestione dei flussi tipicamente di tipo pull. Una qualsiasi impresa, per rispondere alle esigenze del mercato, deve configurarsi in maniera particolarmente reattiva e flessibile.
Il concetto fondamentale su cui si basa la lean production è quello secondo cui un’azienda non dovrebbe produrre esclusivamente per la vendita del prodotto, ma piuttosto per soddisfare completamente tutte le esigenze e i bisogni del cliente finale. A tale proposito lo scopo concreto della strategia Lean consiste nell’individuazione e nella conseguente eliminazione delle attività del sistema che non generano valore per il cliente.
Il valore viene definito in azienda proprio come l’insieme delle attività e dei processi che concorrono alla realizzazione delle aspettative espresse ed inespresse del cliente. Solamente i processi e le attività che generano valore per il cliente vanno a costituire la cosiddetta value stream.
La razionalizzazione del valore all’interno del processo è un passo tutt’altro che semplice. Occorre definire e progettare attentamente il flusso del valore, integrando informazioni provenienti da valle con il flusso concreto di prodotti o servizi da monte, quale risposta ad un’analisi delle richieste di mercato (figura1).
Il value stream mapping è lo strumento che consente l’individuazione dei processi che generano valore per il cliente, e in particolare la Value Stream Map è la rappresentazione grafica del flusso del valore.
L’obiettivo di questo lavoro di tesi è di applicare i principi del value stream mapping al Distretto di Caivano, afferente all’ASL NA 2 NORD, allo scopo di raggiungere una migliore visibilità del processo ed individuare eventuali sprechi presenti lungo il flusso del valore. Sono state inoltre proposte delle soluzioni per la riduzione delle scorte interoperazionali e la riduzione del lead time complessivo.
Del Distretto di Caivano, in particolare, si va a considerare l’attività di vaccinazione che è frutto dell’integrazione di diverse macroattività quali:
• Definizione obiettivi e scelta casa farmaceutica
• Ordini e consegne (Fornitura)
• Attuazione del protocollo vaccinale
• Monitoraggio eventi avversi
• Recupero non vaccinati

In particolare, in questo elaborato, dopo aver descritto sommariamente tutte le attività si andrà a focalizzare l’attenzione unicamente sull’attività di fornitura, comprensiva della fase di ordine e quella di consegna.
Il lavoro si articola in quattro capitoli.
Il primo capitolo è dedicato alla descrizione dei principali aspetti della Produzione Snella (Lean production), del “Toyota production system” (il sistema produttivo della Toyota da cui è nato il nuovo paradigma gestionale) e dell’evoluzione della filosofia Lean al mondo dei servizi.
Nel secondo capitolo viene messa in evidenza una particolare tecnica Lean, tra le più importanti, definita come Value Stream Mapping. Vengono, quindi, descritti gli strumenti utilizzati, gli obiettivi che si intendono raggiungere con tale applicazione e la versione grafica con la quale tale strumento si presenta.
Nel terzo capitolo, dopo aver precedentemente descritto tutti gli aspetti teorici, si affronta il Case Study, ovvero le attività svolte dal Centro Vaccinale del Distretto di Caivano; vengono descritte , con diversi gradi di dettaglio, tutte le diverse attività svolte dal Centro Vaccinale integrate, per quanto possibile , da modelli Audit per rendere più immediata e intuitiva la visualizzazione delle informazioni.
Nel quarto e ultimo capitolo, infine, viene applicata la tecnica del Value Stream Mapping all’attività di fornitura, col fine di mettere in luce eventuali criticità e proporre soluzioni affinché queste vengano eliminate, o quantomeno minimizzate. Risultato, dopo la mappatura preliminare dello stato corrente, sarà quello di realizzare una Future State Map dell’attività in questione implementanto, per quanto possibile, i miglioramenti ipotizzati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Nel corso degli ultimi trenta anni l’economia mondiale è profondamente mutata, si è infatti assistito ad un aumento della pressione competitiva. L’aumento della pressione competitiva è certamente difficile da quantificare e misurare, tuttavia si può considerare un’ ipotesi attendibile e giustificata da almeno 4 fattori:  l’abbattimento delle barriere geografiche che ha ampliato in modo notevole il numero dei concorrenti con i quali ogni singola azienda è costretta a misurarsi;  le liberalizzazioni che dappertutto hanno investito alcuni settori un tempo a gestione monopolistica  una rapidissima innovazione che ha l’effetto di mettere in campo sempre nuovi prodotti e nuovi concorrenti con i quali bisogna misurarsi  infine l’avvento e la diffusione di internet che, oltre ad ampliare gli orizzonti geografici raggiungibili dalle imprese e quindi il numero dei concorrenti potenziali, accresce notevolmente la possibilità di ricerca e confronto dei consumatori aumentando il loro potere contrattuale. In seguito a queste nuove esigenze, negli ultimi decenni, si è evoluto un nuovo modello di azienda. Questo nuovo modello è stato denominato Azienda Snella in quanto basato sull’estensione all’intera azienda delle logiche organizzative e gestionali della Lean production. La produzione snella o anche Lean production si propone come una strategia di gestione della produzione, con l’obiettivo di ottimizzare un sistema produttivo. La tendenza all’ottimizzazione deriva in primo luogo dall’incremento della velocità dei processi, attraverso una gestione dei flussi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi