Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Corporate Responsibility: nuovi approcci nella relazione tra impresa e società

Negli ultimi anni si è verificata una crescente elaborazione teorica sul concetto di responsabilità d’impresa, che ha portato il proliferare di sempre più numerosi interventi in questo senso da parte delle aziende, e l’assunzione di un ruolo promozionale da parte delle istituzioni. Difatti, le inadeguate pratiche di governo societario di numerose grandi imprese (spesso grandi gruppi che coinvolgono imprese a livello nazionale ed internazionale), hanno richiamato l’attenzione del pubblico sull’integrità e sull’atteggiamento di tali imprese nei confronti degli azionisti e, più in generale, della società nel suo complesso. A livello globale è emersa la necessità di un’attenzione e controllo sulle conseguenze dell’agire delle organizzazioni sui vari gruppi di stakeholder, avendo come obiettivo ultimo quello di un approccio integrato ed equilibrato tra prestazioni economiche, sociali ed ambientali.
Oggigiorno, alle imprese, sottoposte in misura sempre più ampia alla valutazione di mercati, istituzioni e società, viene richiesto di orientare i loro comportamenti secondo un percorso di sostenibilità e responsabilità sociale. La tendenza dell’impresa a soddisfare in misura sempre crescente, andando al di là degli obblighi di legge, le legittime attese sociali e ambientali, oltre che economiche, dei vari portatori di interesse (stakeholder) interni ed esterni, mediante lo svolgimento delle proprie attività, va sotto il nome di Corporate Social Responsibility (CSR), o Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI).
Il termine “responsabilità” racchiude in sé l’impegno dell’impresa a rispondere sul piano etico di tutti i propri comportamenti e risultati, e a stabilire una comunicazione con gli stakeholder che sia in grado di costruire un rapporto basato sulla fiducia e sullo scambio di idee per il benessere comune.
L’impresa è infatti responsabile verso tutti i suoi stakeholder, ossia verso tutte le persone che hanno un interesse nei suoi confronti e sui quali si ripercuotono le sue scelte. L’instaurarsi di questa fitta rete di relazioni coi propri stakeholder sta progressivamente inducendo un numero crescente di aziende ad integrare la responsabilità d’impresa in tutti gli aspetti delle decisioni aziendali. Adottando pratiche di corporate responsibility le organizzazioni possono garantire un approccio globale alla gestione dei rischi d’impresa, finalizzato alla soddisfazione delle esigenze di tutti gli stakeholder coinvolti: ciò permette di bilanciare gli interessi dell’impresa, quelli del mercato dei capitali e degli azionisti, degli organi di controllo, dei dipendenti, dei clienti, dei fornitori e della società nel suo complesso, fornendo loro la massima trasparenza nella gestione e dimostrando coerenza con valori, principi e comportamenti dichiarati e attesi. In questo panorama, l’impegno per le imprese (in particolare per le corporation) di costruirsi un’immagine di azienda politically correct ed ecologicamente consapevole sta divenendo una pratica consolidata.
Per dimostrare l’importanza che può avere per un’impresa l’assunzione di comportamenti socialmente responsabili, e l’imprescindibilità del legame tra etica e business, nella tesi si illustrano le evoluzioni del concetto di responsabilità sociale di impresa, attraverso l’analisi nello specifico uno dei paradigmi più solidi e fruttuosi degli ultimi anni: quello della Stakeholder Theory.
Si evidenziano in seguito alcuni approcci, all’interno della teoria degli stakeholder, che forniscono un diverso modello di interpretazione delle relazioni tra gruppi di stakeholder. In questa direzione, con uno sguardo ai contributi più importanti d'oltreoceano e alle posizioni attuali più solide nel campo della responsabilità sociale ed etica delle multinazionali, la presente tesi si pone l'obiettivo di indagare gli sviluppi recenti della disciplina della business ethics, presentando due proposte diverse, ma unite dal comun denominatore della reciprocità degli obblighi morali.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Negli ultimi anni si è verificata una crescente elaborazione teorica sul concetto di responsabilità d‟impresa, che ha portato il proliferare di sempre più numerosi interventi in questo senso da parte delle aziende, e l‟assunzione di un ruolo promozionale da parte delle istituzioni. Difatti, le inadeguate pratiche di governo societario di numerose grandi imprese (spesso grandi gruppi che coinvolgono imprese a livello nazionale ed internazionale), hanno richiamato l‟attenzione del pubblico sull‟integrità e sull‟atteggiamento di tali imprese nei confronti degli azionisti e, più in generale, della società nel suo complesso. A livello globale è emersa la necessità di un‟attenzione e controllo sulle conseguenze dell‟agire delle organizzazioni sui vari gruppi di stakeholder, avendo come obiettivo ultimo quello di un approccio integrato ed equilibrato tra prestazioni economiche, sociali ed ambientali. Oggigiorno, alle imprese, sottoposte in misura sempre più ampia alla valutazione di mercati, istituzioni e società, viene richiesto di orientare i loro comportamenti secondo un percorso di sostenibilità e responsabilità sociale. La tendenza dell‟impresa a soddisfare in misura sempre crescente, andando al di là degli obblighi di legge, le legittime attese sociali e ambientali, oltre che economiche, dei vari portatori di interesse (stakeholder) interni ed esterni, mediante lo svolgimento delle proprie attività, va sotto il nome di Corporate Social Responsibility (CSR), o Responsabilità Sociale d‟Impresa (RSI). Il termine “responsabilità” racchiude in sé l‟impegno dell‟impresa a rispondere sul piano etico di tutti i propri comportamenti e risultati, e a

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valentina Marchiò Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2073 click dal 28/12/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.