Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le operazioni di Leveraged Buy Out e la gestione del rischio aziendale.

Il presente lavoro trae spunto dalla volontà di approfondire una particolare tecnica, tanto affascinante quanto, talvolta, di difficile comprensione, utilizzata nel mondo della finanza per compiere la fusione o l’acquisizione di società.
Oggetto specifico di questa tesi é il Leveraged Buy Out (LBO), che letteralmente significa “acquisizione attraverso il debito” e consiste in una complessa serie di operazioni finanziarie contrassegnate da un elevato grado di rischiosità attraverso le quali si tenta di acquisire una società, ricorrendo alla capacità di indebitamento della stessa . Quindi, Il Leveraged Buy Out o LBO è una tecnica di acquisizione societaria in cui le risorse economiche e finanziarie indispensabili per portare a termine l’operazione sono fornite dalla stessa società acquisita.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il presente lavoro trae spunto dalla volontà di approfondire una particolare tecnica, tanto affascinante quanto, talvolta, di difficile comprensione, utilizzata nel mondo della finanza per compiere la fusione o l’acquisizione di società. Oggetto specifico di questa tesi Ø il Leveraged Buy Out (LBO), che letteralmente significa “acquisizione attraverso il debito” e consiste in una complessa serie di operazioni finanziarie contrassegnate da un elevato grado di rischiosità attraverso le quali si tenta di acquisire una società, ricorrendo alla capacità di indebitamento della stessa 1 . Quindi, Il Leveraged Buy Out o LBO è una tecnica di acquisizione societaria in cui le risorse economiche e finanziarie indispensabili per portare a termine l’operazione sono fornite dalla stessa società acquisita. Questa particolare e complessa manovra deriva dalle pratiche commerciali sviluppatesi negli Stati Uniti durante gli anni ’80. Per quanto riguarda la sua diffusione nel nostro Paese, fino al 2003 si credeva che il LBO fosse proibito dalle norme legislative allora vigenti, principalmente dal divieto di sottoscrizione di azioni proprie e da quello di elargire finanziamenti o concedere garanzie per l’acquisto delle suddette. La dottrina riteneva, infatti, che il LBO favorisse l’elusione di tali divieti. Tuttavia, la riforma del diritto societario avvenuta nel 2003 ha reso legittime le operazioni di Leveraged Buy Out anche nell’ordinamento italiano, riconoscendole come un valido e duttile strumento per acquisire altre società. Esordiremo nel primo capitolo fornendo alcuni cenni storici sull’origine di queste complesse operazioni ed evidenzieremo la struttura basilare sulla quale si fondano, ponendo particolare attenzione alla nozione di cash flow. Proseguiremo soffermandoci su alcuni argomenti quali i soggetti protagonisti, il progetto LBO, l’azienda definita target e i sistemi per valutare le sue performance (balance scorecard), tutti elementi indispensabili per affrontare le successive argomentazioni. Dedicheremo il secondo capitolo all’illustrazione della normativa passata e attualmente vigente riguardante il Leveraged Buy Out, soffermandoci sulle particolarità che ne contraddistinguono la 1 (Fonte: http://www.unioneconsulenti.it/article.php?sid=992).

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Andrea Chisari Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3835 click dal 23/12/2011.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.