Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'alternanza di codice dialetto-italiano: una ricerca a Valbrona (Co) in un dominio specifico, il salone della parrucchiera.

L'argomento della mia tesi è l'alternanza di codice dialetto-italiano: il mio elaborato si divide in due parti principali, una parte teorica e una parte riguardante la mia ricerca sul campo. Nella parte teorica che comprende i primi due capitoli, tratto brevemente della situazione linguistica italiana, dei risultati delle ultime indagini linguistiche e del possibile futuro del dialetto. Inoltre nel secondo capitolo tratto il tema dell'alternanza di codice e delle due principali modalità nelle quali si manifesta: la commutazione di codice e l'enunciazione mistilingue. Nella seconda parte dell'elaborato invece spiego i punti della mia ricerca e analizzo i dati ottenuti, sia attraverso un'analisi dell'intervista che ho sottoposto alle mie informatrici, sia attraverso un'analisi specifica di tutte le occorrenze di alternanze di codice che ho rilevato nel mio campione.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’alternanza di codice consiste nell’uso alternato di più codici all’interno di una conversazione, ed è un fenomeno in continua crescita tra i parlanti bilingui. Dall’ultima indagine statistica effettuata nel 2006 in Italia è emersa una rapida diffusione dell’uso alternato dei due codici italiano e dialetto, in tutte le zone territoriali del nostro paese e in tutte le classi di età, che va ad affiancarsi all’uso esclusivo di italiano e di dialetto. Partendo dal mio interesse per il dialetto ho scelto di approfondire il tema dell’alternanza di codice, affiancando ad una parte prettamente teorica sull’argomento una parte pratica di analisi effettuata su dati da me raccolti personalmente. Il luogo in cui ho svolto la mia ricerca è Valbrona, un paese della Vallassina in provincia di Como, e la raccolta dei dati necessari per effettuare la mia analisi è avvenuta nel dominio specifico del salone della parrucchiera per signore del paese. Ho frequentato l’esercizio per circa una settimana, riuscendo a non informare i gestori né le clienti del salone della mia ricerca in quanto questo ne avrebbe compromesso i risultati. Per quattro giorni ho ascoltato le conversazioni tra le clienti e la parrucchiera, e ho trascritto ciò che avevo ascoltato aiutandomi con i miei appunti, ottenendo circa 15 pagine di conversazioni da analizzare. In seguito alla raccolta di questi dati ho contattato le protagoniste delle conversazioni, la parrucchiera, l’assistente e le nove clienti che hanno frequentato il salone mentre svolgevo la mia ricerca, e ho chiesto la loro collaborazione per compilare un’intervista da me precedentemente impostata. Attraverso le domande dell’intervista ho avuto la possibilit{ di raccogliere dati importanti sull’identit{ delle mie informatrici, oltre ad alcune riflessioni personali sugli usi del dialetto. Il terzo passo è stato quello dell’analisi dei dati raccolti.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Beatrice Testa Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1039 click dal 29/12/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.