Skip to content

L'evoluzione del ruolo e delle funzioni del FMI

Informazioni tesi

  Autore: Federico Corda
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Sergio Lodde
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

La tesi tratta appunto dell'evoluzione del ruolo del Fmi e delle sue funzioni, in particolare a partire dagli anni '80, in seguito al crollo del sistema di Bretton Woods e della consacrazione delle idee neoliberiste in campo economico e politico. L'idea era quella di fornire una panoramica su come il Fondo ha agito in passato. Questo perchè vi sono delle analogie importanti tra le crisi degli anni '90 e la crisi attuale, in particolare per quanto riguarda la temuta insolvenza di alcuni paesi europei e il rischio di contagio. Nel primo capitolo si parla molto brevemente dei primi interventi del Fondo tra il dopoguerra e il '71, quando l'attenzione del Fmi era rivolta sopratutto a paesi sudamericani. Successivamente si parla dell'ascesa delle teorie neoliberiste e del loro contenuto, per poi vedere un punto di svolta importante per il Fondo ovvero la crisi del debito del 1982, concentrandosi sull'intervento a supporto del Messico. Poi si vede il Washington Consensus e i suoi contenuti e si parla in maniera dettagliata degli strumenti e dei criteri di azione del Fmi; quindi in particolare Stand-by arrangements, Structural Adjustment Facilities e Poverty Reduction Strategy per quanto riguarda gli strumenti; condizionalità e linee guida nell'applicazione della stessa, più principi a sostegno della formulazione di accordi tra Fondo e stati membri, per quanto riguarda i criteri.
Nel secondo capitolo si analizzano gli interventi più importanti e più discussi del Fmi; questi sono la crisi messicana del 1994-95, quella asiatica del 97-98 e quella argentina del 2001-2002. Inoltre si parla degli interventi in Africa a partire dagli anni '80, del perché si siano messi in pratica e del perché non abbiano avuto successo nei loro obbiettivi di miglioramento della situazione dei paesi africani.
Il terzo capitolo è dedicato ai problemi che tutt'ora il Fondo deve affrontare, come la mancanza di legittimità e trasparenza, la governance sbilanciata a favore dei paesi più ricchi, la mancanza di un ruolo ben definito e legittimato dalla comunità internazionale. Per esempio, il possibile ruolo da prestatore di ultima istanza internazionale è molto attuale pensando alla situazione finanziaria mondiale ed alla speculazione dei mercati sui paesi più vulnerabili dell'eurozona. Questi problemi sono fondamentali nel contesto della governance economica globale. Inoltre si vedono alcune proposte di riforma, in particolare per quanto riguarda la governance.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'analisi dell'evoluzione del ruolo e delle funzioni del Fondo Monetario Internazionale non può prescindere dal mutamento del contesto mondiale. Da un lato la svolta fondamentale è stata la fine del sistema di cambi fissi di Bretton Woods, con il passaggio ad un sistema monetario internazionale di cambi liberi. Dall'altro un ruolo fondamentale ha svolto il cambiamento culturale a livello globale, avvenuto a partire dagli anni Ottanta, con l'emergere delle teorie economiche neoliberiste. In questo passaggio culturale sta il vero cambiamento del Fondo che lo ha portato a rivestire molteplici ruoli nel corso degli anni ed a modificare le sue funzioni, rispetto al ruolo originario di stabilizzatore del sistema monetario internazionale. Il processo di globalizzazione ha accentuato la radicalità del cambiamento e provocato lo schiacciamento del Fondo su posizioni secondo alcuni troppo legate ad una visione "di mercato" delle dinamiche economiche e politiche internazionali. A seguito dell'ultima crisi finanziaria del 2008, Il Fondo è tornato a rivestire un ruolo di primo piano nel contesto economico e politico globale. Ciò è avvenuto dopo un periodo di isolamento dell'organizzazione che ha visto, tra il 2002 e il 2008, diminuire costantemente la sua attività e la sua importanza. I motivi risiedono sia nel giudizio controverso sulle precedenti attività del Fondo, sia nella ripresa dell'economia mondiale, con la conseguente diminuzione della richiesta di prestiti da parte dei paesi membri. Proprio a causa della rinnovata importanza del Fondo, è utile capire quale ruolo potrebbe essere chiamato a svolgere in futuro all'interno di un contesto economico e finanziario sempre più complesso ed articolato. Non solo, è necessario anche analizzare gli interventi più controversi del FMI, nonché gli errori eventualmente commessi. A questo scopo è importante evidenziare l'evoluzione delle funzioni del Fondo dalla sua creazione, avvenuta nel 1944, all'inizio del nuovo millennio, nonché l'evoluzione dei ruoli che l'organizzazione ha svolto. Il mutato ruolo del Fondo rispetto a quello originale non è oggi facilmente definibile, per via della natura di "club" dell'organizzazione. Esso non è un'agenzia per gli aiuti, non è una banca, né un prestatore di ultima istanza e neppure un gestore di crisi finanziarie. Tuttavia ha svolto e continua a svolgere questi molteplici ruoli, senza che la comunità internazionale si sia preoccupata di definire quale sia quello primario. Nel primo capitolo si analizzerà l'evoluzione del Fondo dal dopoguerra in poi, concentrandosi sul cambiamento avvenuto a partire dagli anni '80, sia nelle funzioni che nel ruolo del Fondo. Inoltre verrà analizzato il cambiamento culturale a livello globale, con la crisi del sistema di sviluppo keynesiano e l'ascesa del neoliberismo. Nel secondo capitolo, l'attenzione verrà posta sulla gestione delle crisi degli anni Novanta e sul default dell'Argentina nel 2001-2002. Inoltre si considereranno alcuni effetti della implementazione dei programmi del Fondo in Africa, in particolare in Ghana e Costa D'Avorio e, il perché in generale questi programmi non abbiano avuto successo nel continente africano. Nel terzo capitolo, si vedranno i problemi più importanti che limitano sia l'operatività 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

mercati finanziari
politica monetaria
africa
inflazione
crisi asiatica
architettura finanziaria internazionale
fmi
fondo monetario internazionale
prestatore di ultima istanza
politica fiscale
governance economica
crisi argentina
recessione
crisi liquidità
g20
structural adjustment programs
condizionalità del fmi
debiti sovrani
international lender of last resort
programmi aggiustamento strutturale
poverty reduction and growth facility

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi