Skip to content

Quando la traduzione incontra il bambino: analisi e proposta di traduzione di "Djadja Fjodor, pjos i kot" di Eduard Uspenskij

Informazioni tesi

  Autore: Bianca Manti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori
  Corso: Traduzione e Interpretazione
  Relatore: Margherita De Michiel
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 265

La tesi presenta innanzitutto una panoramica sulla traduzione e sui suoi aspetti fondamentali, seguita da un ampio sguardo teorico e critico sulla letteratura per l’infanzia e sui problemi che pone a livello pratico e traduttivo, e da uno spaccato storico-letterario-culturale della Russia per bambini tra favola e realtà.
Dopodiché passo a definire le coordinate biografiche dell’autore e le caratteristiche peculiari del libro, analizzato nei vari livelli contenutistici e stilistici fino ai meandri più profondi.
Il fulcro del lavoro è ovviamente rappresentato dalla traduzione vera e propria, per la quale è stato a tratti necessario un quasi forzato adattamento ai canoni della cultura italiana, essendo alcune espressioni o termini (soprattutto quelli legati alla sfera del cibo) visibilmente incomprensibili al lettore d’arrivo. C’è poi tutta quella serie di nomi propri e geografici, ai quali è stato laborioso, oltre che divertente, attribuire caratteristiche più vicine al pubblico italiano, in sintonia con la musicalità del nome o col suo contenuto semantico. E poi giochi di parole, filastrocche, onomatopee, neologismi… tutti tratti profondamente radicati nello stile di Uspenskij e che in Djadja Fjodor, pjos i kot prendono vita, animandosi di vivida forza in armonia con il resto della narrazione.
Il commento alla traduzione fa da contorno al testo, chiarificando contenuti e invitando il lettore a leggere un libro che è sì per bambini ma a cui anche l’adulto può accostarsi nella ricerca dei significati che ha perso, di quell’aura di magia e meraviglia, luce e irrazionalità che tutti cerchiamo, ma che non abbiamo il coraggio di trovare veramente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Le pagine che leggeremo vogliono essere uno spunto, per chi lo voglia cogliere, per vivere maggiormente all‟insegna di quella magia e di quella fantasia che noi adulti abbiamo (quasi) definitivamente perso, vuoi perché le indissolubili catene della realtà ci stringono sempre di più, vuoi per il raggiungimento di una più piena consapevolezza che può distruggere irrimediabilmente la nostra immaginazione. Il presente lavoro di tesi scaturisce prima di tutto da un interesse personale per la letteratura per bambini, che affonda le radici direttamente nella mia infanzia. Ho vissuto quel periodo della mia vita in maniera del tutto magica, impregnata delle fiabe create dalla fantasia dei miei genitori che hanno impresso un marchio indelebile nella mia memoria. Considero l‟età infantile un momento essenziale nella vita di ognuno. “Il bambino è un mago”; aveva affermato la psicologa infantile Selma Fraiberg 1 : la libertà fa da padrone al suo mondo, non solo quella interiore, ma anche, come vedremo, quella linguistica. I piccoli giocano con le parole e con i fatti, trasformano atroci inferni in inimmaginabili paradisi, guardano la realtà con gli occhi di un‟infinita fantasia. La mia scelta è caduta su Djadja Fjodor, pjos i kot (Zio Teodoro, il gatto e il cane) di Eduard Nikolaevič Uspenskij 2 un po‟ per caso, un po‟ per gioco, un po‟ perché è un libro tra i più conosciuti di Eduard Nikolaevič Uspenskij, ma che nel nostro paese non ha ottenuto quella visibilità e quella rilevanza che invece possiede in nazioni come la Germania, la Finlandia, gli Stati Uniti, ma anche la Cina e il 1 Selma Fraiberg, “The Magic years” (1959), in Oittinen, Translating for children, Garland Publishing, Inc., New York and London, 2000, p. 48 2 Delle coordinate biografiche dell‟autore e le caratteristiche del libro parlerò più approfonditamente nei capitoli IV e VI.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi