Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Book trailer. Nuova pubblicità per il libro

Leggere un libro è un po’ come immaginare un mondo che non c’è. L’emozione che suscita la lettura sta proprio nella ricostruzione del volto dei personaggi e dei luoghi in cui si svolgono le vicende scaturite dalla fantasia dell’autore. È un incontro intimo e privato in cui ognuno mette del suo. Uno sforzo di creazione, forse, troppo impegnativo per noi popolo in trance ipermediatico direbbe Marshall McLuhan, sociologo canadese. In questo estratto troviamo anche la soluzione che ci può liberare da questo “stato di torpore”: un ibrido, cioè una nuova forma mediatica, un nuovo strumento di comunicazione che deriva dall’incontro di altri media già conosciuti e diffusi.
La lettura di libri ha un ruolo importante per la crescita individuale. Individui che leggono di più riescono più facilmente a mantenere aggiornate, efficienti e flessibili le loro conoscenze e riescono a interagire meglio con le altre persone. Le statistiche Istat parlano di un fase di quasi staticità sino al 2003 a cui seguirà una costante crescita. A partire dal 2005 (i dati del 2004 mancano) aumentano i lettori italiani e chi legge di più sono i giovani e giovanissimi. Un simil ragionamento può essere fatto per gli italiani che hanno usato Internet negli ultimi 12 mesi, la percentuale cresce ed è molto alta tra giovani e giovanissimi.
Il mondo dell’editoria è in continua evoluzione. L’obiettivo è far conoscere le nuove opere e vendere. Nell’epoca di internet e della comunicazione sui social media, il video virale è il metodo più economico, veloce e con maggiori capacità attrattive per promuovere un prodotto. Anche un libro. Come in risposta alle su citate osservazioni la nuova frontiera del marketing e della comunicazione editoriale si chiama: Book Trailer.
È un fenomeno nuovo e già molto vivace. Da parte degli scrittori vi sono opinioni diversificate: alcuni sono scettici, altri entusiasti, soprattutto vi è chi è incerto del beneficio che tale pubblicità possa avere sulle vendite, per la suddetta mancanza di dati certi. L’unica cosa che è stata constatata, tramite l’osservazione delle vendite e la crescente produzione di book trailer, è una influenza non certamente negativa.
Se ci si lamenta che i giovani di oggi, ma si potrebbe parlare anche degli italiani in generale, non leggono e quindi hanno difficoltà a scuola, a scrivere e addirittura a leggere in modo sciolto, a questo punto mi sembra opportuno ritenere che qualsiasi modo si trovi per promuovere i libri e la loro lettura sia la strada migliore anche per una più completa formazione personale, oltre che per una società più aperta e attiva, nonché culturalmente più elevata e flessibile.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - INTRODUZIONE L’ibrido, ossia l’incontro tra due media, è un momento di verità e di rivelazione dal quale nasce una nuova forma. […] Il momento dell’incontro tra i media è un momento di libertà e di scioglimento dallo stato di trance e di torpore da essi imposto ai nostri sensi. Marshall McLuhan – Gli strumenti del comunicare Leggere un libro è un po’ come immaginare un mondo che non c’è. L’emozione che suscita la lettura sta proprio nella ricostruzione del volto dei personaggi e dei luoghi in cui si svolgono le vicende scaturite dalla fantasia dell’autore. È un incontro intimo e privato in cui ognuno mette del suo. Uno sforzo di creazione, forse, troppo impegnativo per noi popolo in trance ipermediatico direbbe Marshall McLuhan, sociologo canadese. In questo estratto troviamo anche la soluzione che ci può liberare da questo “stato di torpore”: un ibrido, cioè una nuova forma mediatica, un nuovo strumento di comunicazione che deriva dall’incontro di altri media già conosciuti e diffusi. La lettura di libri ha un ruolo importante per la crescita individuale. Individui che leggono di più riescono più facilmente a mantenere aggiornate, efficienti e flessibili le loro conoscenze e riescono a interagire

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marinella Urti Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2214 click dal 11/01/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.