Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La specificità della memoria autobiografica: uno studio su soggetti tossicodipendenti

Il presente lavoro ha indagato il fenomeno della memoria autobiografica overgeneral (OGM) che rappresenta il fallimento del recupero dei ricordi personali specifici riferiti ad un dato evento. Nello specifico, è stato svolto uno studio per indagare l'OGM in soggetti tossicodipendenti. I risultati hanno messo in luce un deficit dei ricordi autobiografici in questi soggetti (messi a confronto con un gruppo di controllo), i quali recuperavano solo ricordi generici. Tale risultato sembra essere strettamente associato ad un deficit delle funzioni esecutive nei soggetti tossicidipendenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il presente lavoro riguarda il fenomeno della memoria overgeneral (OGM), la tendenza a richiamare i ricordi del passato personale in maniera generica. Dato che la memoria autobiografica è organizzata in una struttura gerarchica caratterizzata da diversi livelli, dal più astratto e generico a quello più specifico, l‘OGM rappresenta un fallimento della ricerca di informazioni specifiche riferite ad un dato evento; infatti, invece di richiamare informazioni sensoriali e percettive sull‘evento personale passato, presenti nell‘ultimo livello della gerarchia, si verifica una interruzione prematura della ricerca ad un primissimo livello (caratterizzato da associazioni semantiche), oppure ad un livello intermedio (caratterizzato da descrittori categoriali). La questione della memoria autobiografica overgeneral viene trattata approfonditamente nei seguenti capitoli; nello specifico, nel primo capitolo viene introdotta la memoria autobiografica, facendo riferimento ai primi studi che hanno focalizzato la propria attenzione su questo particolare sistema di memoria, come, ad esempio, gli studi classici di Galton (1879), Ribot (1882) e Freud (1899), e, inoltre, vengono illustrati i modelli teorici che hanno descritto le caratteristiche della memoria autobiografica, ponendo particolare attenzione al modello di Conway e Pleydell-Pearce (2000). Nel secondo capitolo, invece, viene affrontata la questione della memoria autobiografica overgeneral, riportando gli studi che hanno indagato la relazione tra OGM e psicopatologia, focalizzando l‘attenzione soprattutto sul disturbo depressivo maggiore e sul disturbo postraumatico da stress. Nel terzo capitolo, vengono descritti i meccanismi alla base dell‘OGM, in particolare, viene illustrato

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Concetta Maffione Contatta »

Composta da 253 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1133 click dal 13/01/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.