Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle strategie comunicative e dei lettori modello nei cataloghi d'arredamento. I casi di Chateau d'Ax e Roche Bobois

L'elaborato ha lo scopo di effettuare, con gli strumenti della semiotica del testo, un'analisi per livelli di due diversi modelli pubblicitari: i cataloghi “Living&relax” e “Private Collections”, prodotti delle strategie comunicative dell‟azienda Chateau d’Ax; i cataloghi 2010 “Collezione les contemporains” e “Collezione les provinciales” e il catalogo 2011 della collezione “les contemporains” creati dall‟azienda Roche Bobois.
Due aziende di arredamento scelte, tra le numerosissime aziende del settore, per l‟interessante possibilità di confrontare due differenti strategie, basate su differenti Lettori Modello, differenti contesti di fruizione e obiettivi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La semiotica del testo viene definita “semiotica specifica”, poiché “fornisce la grammatica di un particolare sistema di segni” (Cosenza 2008, p.4), facendo ipotesi sul sistema di regole governante, descrivendone l‟organizzazione, cercando poi di spiegare e prevedere i comportamenti dei fruitori di tale sistema di segni. In questo elaborato vengono utilizzati gli strumenti teorici della semiotica del testo per analizzare cataloghi pubblicitari. Essi posso essere considerati testi in quanto “porzioni di realtà dotate di significato per qualcuno”, definibili entro precisi limiti e scomponibili “in unità discrete, secondo più livelli gerarchici di analisi, dal più concreto e superficiale al più astratto e profondo” (Cosenza 2008, p.6-7). Questo elaborato ha, per l‟appunto, lo scopo di effettuare un‟analisi per livelli di due diversi modelli pubblicitari: i cataloghi “Living&relax” e “Private Collections”, prodotti delle strategie comunicative dell‟azienda Chateau d’Ax; i cataloghi 2010 “Collezione les contemporains” e “Collezione les provinciales” e il catalogo 2011 della collezione “les contemporains” creati dall‟azienda Roche Bobois. Sono entrambe aziende di arredamento, ognuna, però, con la sua storia, le sue caratteristiche, le sue peculiarità. Sono state scelte, tra le numerosissime aziende del settore, per l‟interessante possibilità di confrontare due differenti strategie, basate su differenti Lettori Modello, differenti contesti di fruizione e obiettivi. Pertanto, i cataloghi delle due aziende analizzati sembrano rientrare in generi differenti, nonostante i prodotti rappresentati appartengano allo stesso settore merceologico. L‟elaborato si articola quindi in quattro capitoli. Il primo capitolo è dedicato allo studio di due strumenti fondamentali quali il branding 1 e la fotografia. Dal secondo inizia la vera e propria analisi semiotica per livelli, focalizzando l‟attenzione sui più rilevanti. Per prima cosa si cerca di ricostruire la sintassi narrativa caratterizzante i cataloghi (capitolo 2). Si passa poi a delineare il Lettore Modello (capitolo 3) ed infine, nel quarto capitolo, si studiano le strategie enunciative inscritte nei testi. 1 “Il discorso (…) scorre in un processo, non è un‟entità statica e monolitica ma un fenomeno in continuo mutamento (…). È per questo che, più che di brand, è preferibile parlare di branding: un processo, non una cosa; un evento dinamico, non una situazione statica”. (Marrone 2009, p.16)

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alice Felicani Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2387 click dal 10/01/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.