Skip to content

La comunicazione ambientale: un progetto per il comune di Capannori

Informazioni tesi

  Autore: Viola Bernacchi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Carlo Marletti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 58

Questa tesi cerca di analizzare i fattori considerati importanti per una relazione positiva tra la società e l'ambiente. Lo scopo è quello di evidenziare l'importanza della partecipazione del pubblico al processo decisionale riguardo tematiche ambientali al fine di sviluppare un percorso di cooperazione volto ad acquisire comportamenti ecologici.
La ricerca ambientale ha ottenuto rilevanza nella comunicazione degli ultimi anni, l'analisi delinea alcune delle principali tendenze e approcci tesi alla conoscenza circa la complessità di questo sistema. La questione ecologica deve essere continuamente posta in riferimento alle autorità pubbliche, al sistema economico, ai mass media e all’opinione pubblica. Oggi, non potrebbe più essere considerata come esclusiva prerogativa delle associazioni ambientaliste. La deforestazione, le catastrofi naturali, l'aumento dei rifiuti e spazzatura, il riscaldamento globale sono solo alcuni dei principali problemi che implicano un coinvolgimento di tutta la società. Il problema è scoprire se la nostra società moderna ha la capacità di adattarsi alle minacce ecologiche.
Prendendo in considerazione la sconfitta dello sviluppo tecnologico, le aziende e le Pubbliche Amministrazioni si rapportano con il proprio errore per la ricerca di nuove strategie che non prevedano uno sfruttamento ambientale. Dagli anni Sessanta, gli Stati Uniti, seguiti da Stati membri dell'Unione europea, hanno avviato un vasto programma di riforme dirette intensificare il concetto di sviluppo sostenibile. Tuttavia, un atteggiamento improntato verso l’ecologia si presenta come fenomeno recente. L’interconnesso sistema ha iniziato a dare importanza alla politica ambientale attraverso una serie di azioni informative promosse inizialmente dalle istituzioni pubbliche.
Attraverso uno sviluppato sistema di comunicazione, l’ambiente sociale è infatti capace di modificare la società stessa. Lo scopo della comunicazione ambientale riflette il passaggio dalla percezione del rischio ambientale, suscitato dalla paura e senso di colpa, a una coscienza “verde”. Le istituzioni pubbliche devono aumentare la partecipazione del pubblico al processo decisionale legato al tema dell’ambiente per ottenere una risonanza sociale. Contro le tradizionali vie di partecipazione pubblica contraddistinte da un’emarginazione delle risorse culturali, il cultural attivism rappresenta un modo creativo di dare voce alle persone tramite le loro capacità espressive. Si esplora un nuovo rapporto tra cittadino e problema ecologico per scoprire un’inaspettata interattività.
L’intenzionale impegno ecologico è la vera strada da percorrere per orientare le scelte di comportamento verso la sostenibilità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
  3   Introduzione Questa tesi nasce come tentativo di esplorare e, per quanto possibile, approfondire un tema più che mai attuale ma ancora osservato superficialmente: la comunicazione ambientale. La scelta di tale argomento è riscontrabile nella volontà di essere parte attiva di una realtà sociale promotrice di pratiche sostenibili, mettendo a disposizione le conoscenze comunicative maturate nel corso di questi anni di studio. Negli ultimi vent’anni, la discussione ambientale è stata costretta a un’uscita forzata dai confini accademici per rispondere agli interrogativi di una società moderna lesa dalle sue stesse modalità di sviluppo. Catastrofi ambientali e dati scientifici hanno messo in luce i reali limiti dello sviluppo con cui sono state chiamate a rapportarsi autorità pubbliche e imprese a livello globale. Le minacce ambientali e la questione di condizionamento ecologico trovano risonanza nella società contraddistinta da una crescente ricerca di eticità. Gli input ecologici si sono inseriti in una realtà ipercomplessa, strutturata su un’interrelazione tra politica, economia, media e cittadini, determinando lo sviluppo di nuovi contesti sociali. Il cambiamento è avvenuto sostanzialmente nella concezione del rapporto uomo-ambiente. Ciò ha significato una presa di coscienza, da prima negli Stati Uniti e poi in Europa, della ripercussione che danni e sprechi ambientali possono avere sulla collettività. Causa scatenante di questo processo è stata la percezione del rischio ambientale nell’opinione pubblica. Un impatto emozionale giocato abilmente dai mezzi di comunicazione su allarmismo, catastrofismo e impossibilità di azione origini di generali paure e sensi di colpa. Non risultando più concepibile affidare le questioni di tutela ecologica esclusivamente alle associazione ambientaliste, la domanda che sorge è se si possa considerare legittima un’informazione ambientale obiettiva e mirata, oppure per il fine di incidere su cambiamenti e stili di vita sia più efficace che l’ambiente penetri nella comunicazione di massa e la permei a vari livelli 1 . Considerando che è la stessa società a creare i problemi ambientali, è possibile reagire nella prevenzione e nella tutela ecologia solo attraverso le possibilità di comunicazione. Una comunicazione ambientale che è tenuta a diffondersi nell’ambito della frequenza e dei codici propri ai funzionali sottoinsiemi della società, quali diritto,                                                                                                                 1 E. Balzaretti, B. Gargiulo, La comunicazione ambientale: sistemi, scenari e prospettive. Buone pratiche per una comunicazione efficace, FrancoAngeli, Milano, 2009.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi