Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Cultura Organizzativa: Approccio Interculturale

Così come il modo migliore per capire la cultura di una nazione è essere lontani dalla propria e immersi in quella di un'altra, così si possono percepire le differenze tra culture organizzative trasferendosi da un'organizzazione ad un'altra, poiché come i paesi anche le organizzazioni hanno diverse culture.
Tra le numerosissime definizioni di cultura organizzativa riportiamo quella maggiormente diffusa di Schein (1985), secondo cui è «…un insieme di assunti di base inventati, scoperti e sviluppati da un gruppo determinato quando impara ad affrontare i propri problemi di adattamento con il mondo esterno e di integrazione al suo interno – che si è rivelato così funzionale da essere considerato valido e, quindi, da essere indicato a quanti entrano nell’organizzazione come il modo corretto di percepire, pensare e sentire in relazione a quei problemi». Dunque un insieme di valori, credenze,idee che definiscono l'identità di un'organizzazione definendone un ''programma mentale'' specifico e unico di quella organizzazione. Ragionando in termini più metaforici possiamo pensare ad un iceberg che mostra anche la sua parte sommersa attraverso i comportamenti dei soggetti che rispecchiano il modo di fare usuale dell'organizzazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
CULTURA ORGANIZZATIVA Così come il modo migliore per capire la cultura di una nazione è essere lontani dalla propria e immersi in quella di un'altra, così si possono percepire le diferenze tra culture organizzatve trasferendosi da un'organizzazione ad un'altra, poiché come i paesi anche le organizzazioni hanno diverse culture. Tra le numerosissime defnizioni di cultura organizzatva riportamo quella maggiormente difusa di Schein (1985), secondo cui è «…un insieme di assunt di base inventat, scopert e sviluppat da un gruppo determinato quando impara ad afrontare i propri problemi di adatamento con il mondo esterno e di integrazione al suo interno – che si è rivelato così funzionale da essere considerato valido e, quindi, da essere indicato a quant entrano nell’organizzazione come il modo correto di percepire, pensare e sentre in relazione a quei problemi». Dunque un insieme di valori, credenze,idee che defniscono l'identtà di un'organizzazione defnendone un ''programma mentale'' specifco e unico di quella organizzazione. Ragionando in termini più metaforici possiamo pensare ad un iceberg che mostra anche la sua parte sommersa atraverso i comportament dei sogget che rispecchiano il modo di fare usuale dell'organizzazione. QUALI SONO GLI ELEMENTI ?oltre ai valori personali condivisi,che defniscono ciò che è l'organizzazione nella sua concretezza operatva atraverso i principi e le qualità che ci appaiono di per sé desiderabili, possiamo identfcare altri 5 element che defniscono i modelli comportamentali dell'organizzazione: Gli Eroi ( o meglio quei sogget che rappresentano ''opinion leader''la cui opinione condiziona quella degli altri defnendo il modello di comportamento, essi simboleggiano i valori dell'organizzazione fssando anche alt standard creando un ambiente motvante,basta pensare a Henry Ford,Pietro Barilla, Enzo Ferrari o 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Rocco Lenzetti Contatta »

Composta da 25 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1524 click dal 14/02/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.