Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazione di tecniche di classificazione su dati raccolti per la gestione della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro

Applicazione di tecniche di classificazione su dati raccolti per la gestione della sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. Introduzione La presente tesi nasce da un contesto applicativo legato ad un sistema informativo che supporta le aziende nell’applicazione del D. Lgs 626/94 e successive modifiche riguardante la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Tale legge rende obbligatorio registrare per ogni lavoratore i pericoli ai quali esso è sottoposto nell’adempimento dei propri compiti al fine di garantirne una migliore protezione. Si definisce in tal modo un profilo di rischio per ogni lavoratore a partire dal quale il medico competente potrà valutare il rischio cui complessivamente la persona è sottoposta e prendere le più adeguate misure di sorveglianza e prevenzione. Si è in particolare evinto, analizzando i requisiti di aziende medio-grandi, che tali informazioni sono molteplici e soggette a cambiamenti frequenti. Tale considerazione rende problematica la gestione delle informazioni attraverso documenti stampati; al contrario la disponibilità di un agile sistema informativo può risultare molto utile. Quest’ultimo, sviluppato presso il Consorzio Milano Ricerche in collaborazione con l’Istituto di Medicina del Lavoro e la Clinica del Lavoro “Luigi Devoto” dell’Università di Milano, è costituito da un database relazionale e da applicativi specifici per inserire, modificare ed elaborare dati contenuti in detto database. La presente Tesi si è presa cura di analizzare e realizzare un’applicazione specifica che si inserisce nel sistema a supporto della gestione degli aspetti di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: volendo automatizzare il processo di valutazione del rischio complessivo, si è resa necessaria la definizione di un preciso modello attraverso il quale operare. Le informazioni sono rinvenute attraverso una navigazione all’interno del database: data infatti la sua natura relazionale, si passa in modo immediato dall’identificativo di una Figura Professionale alle informazioni ad esso associate quali i compiti svolti, l’ambiente in cui li svolge e il livello di pericolosità dell’esposizione. Successivamente le informazioni sono memorizzate in un opportuno formato: supponendo che esistano 15 distinti pericoli, ogni Figura Professionale è rappresentata da un vettore di 15 componenti, ciascuna delle quali rappresenta il

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Raffaella Sacchetto Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1461 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.