Skip to content

Quelli del Nuovo Cinema Paradiso - Sul Cinema Siciliano Contemporaneo

Informazioni tesi

  Autore: Emanuele Cidonelli
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Discipline dell'Arte, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Orio Caldiron
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

Quello che corre tra gli anni '70 e '80 è stato per le arti audiovisive in genere, un periodo di gestazione molto importante, in cui si prepara, attraverso l’esplorazione dei nuovi media, l’elevata produzione di cortometraggi, la partecipazione ai più importanti festival e l’istituzione di nuovi, quello che in molti hanno identificato come "nuovo cinema siciliano”. Infatti, già verso la fine degli anni ‘80, la Sicilia vanta la più alta densità di professionisti del settore rispetto all'intero panorama nazionale, la cui gran parte si concentra soprattutto nei tre grandi centri culturali dell’isola:
Palermo, Catania e Messina.
Nonostante questi artisti abbiano scelto un principio comune di partenza, che è quello di fare del cinema che sia vero mezzo di libera espressione dell’autore, e abbiano scelto di partire tutti sullo stesso treno, o per lo meno, nello stesso periodo, definire i parametri di una scuola specifica, o per lo meno di un movimento unitario che possa portare il nome di cinema siciliano, è impresa alquanto ardua.
Pur mouvendosi negli stessi centri e condividendo le stesse passioni, raramente questi artisti hanno cercato dei punti d’incontro, preferendo sviluppare il loro lavoro nella piena autonomia e perseguire la loro strada senza preoccuparsi minimante di quale fosse l’orientamento comune, se un orientamento comune ci fosse stato.
In un atteggiamento che crediamo sia un po’ obbligato per un cinema nato sull’obbiettivo di perseguire la massima libertà d’espressione del singolo, e che rispecchia un po’ la situazione del cinema contemporaneo (si è spesso parlato di “arcipelaghi”), i risultati più genuini trovano posto in un’estrema varietà d’esperienze, tutte paradossalmente molto valide nella loro individualità, e tutte ampiamente riconosciute dalla cinematografia italiana e, forse anche di più, da quella internazionale. Prova tangibile rappresentata dal fatto che a candidarsi oggi tra i principali rappresentanti del cosiddetto cinema siciliano, e forse anche del (cinema italiano) nel mondo, siano due esperienze diametralmente opposte come il cinema melodrammatico di Tornatore e il grottesco noir di Ciprì e Maresco.
Ma se nulla accomuna questi artisti fuorché la loro appartenenza di nascita alla terra degli agrumi e dei miti, e la voglia di fare del cinema, perché parlare di cinema siciliano? Esiste veramente un cinema siciliano, identificabile secondo parametri estetico-culturali? Ed esiste un nuovo cinema siciliano?
E se si, in cosa si differenzia dal vecchio?
Questo studio intende ripercorrere le esperienze del cinema siciliano con particolare attenzione alla produzione degli ultimi trent'anni, allo scopo di aprire un confronto diretto tra gli autori e le opere che di questo movimento culturale senza legge.
Lo scopo, puro è semplice, è di comprendere le dinamiche che hanno favorito lo sviluppo della settima arte in un contesto storico-culturale particolare per la storia italiana, e qual'è il potenziale in gioco per lo sviluppo del cinema italiano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 4 INTRODUZIONE Se è vero che la statuetta d’oro degli Oscar basti a sancire la fama internazionale della fortunata pellicola che se lo sia guadagnata, possiamo iniziare supponendo che tutti qui conosciamo la storia della sala cinematografica più discussa del mondo, il piccolo cinema Paradiso, abbastanza da poter capire perché un’analisi sul cinema siciliano contemporaneo debba pagare il suo dazio a quest’opera partendo proprio da lei. Ed, in effetti, questa non è la prima tesi che faccia coincidere la data di nascita di Nuovo Cinema Paradiso, 1988, con la rinascita del cinema italiano contemporaneo e con la nascita di un nuovo cinema siciliano. 1988: un regista di nome Peppuccio Tornatore, con alle spalle tanti documentari e un solo lungometraggio, riesce ad avere l’appoggio di una produzione, la Cristaldi Film, per girare un film in cui prenderci in giro, o forse, in cui misurare la nostra fede. Così ci fa innamorare di un piccolo cinematografo di provincia, del suo modesto pubblico, e dei suoi due più affezionati proiezionisti, il vecchio Alfredo e il giovane Totò, ci fa vivere l’emozione di essere dentro quella sala attraverso le immagini di un film di quelli che al Paradiso ci sarebbe stato, ci fa vivere la paura di averlo perso tra le fiamme in un incendio per poi darci la gioia di rivederlo ricostruito… e poi ci da l’immagine della sua demolizione, secca e spietata, senza nessun altro suono di commento che quello della sua esplosione. Ma per i romantici che cercano oltre le macerie ancora un segno di speranza, mentre un pazzo attraversa la scena in quel momento, forse come ultimo monito alla follia di credere nel sogno del cinema, per chi non si ferma e va oltre appare tra la polvere un messaggio travestito da

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema indipendente
ciprì e maresco
giuseppe tornatore
nuovo cinema paradiso
cinema siciliano
cinema sicilia
cinema italiano indipendente
roberta torre
pasquale scimeca
festival di taormina
alessandro aiello
il ritorno di cagliostro
super8
ninni bruschetta
film siciliani
attori siciliani
registi siciliani
cinema italiano contemporaneo
totò che visse due volte
sicilia arte
mafia cinema
italian filmmaker

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi