Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Marketing Museale e la sua Pianificazione Strategica: il caso di un Museo Siciliano

Il presente lavoro si propone di analizzare come le principali tecniche di marketing elaborate per fasi tipicamente aziendali, vengono adattate e possono funzionare anche in quelle organizzazioni che essendo attori del settore non-profit non fanno riferimento a impostazioni economico aziendali.I musei stanno vivendo numerose trasformazioni, un numero sempre crescente di musei sta cercando di reinventarsi, adattandosi alle mutate aspettative e alle mutate condizioni dell’ambiente, rispondendo con nuove forme di organizzazione, di progettazione delle esposizioni, di programmazione e dei servizi. Diventa quindi di fondamentale importan-za trasferire le conoscenze del marketing in questo settore, ma si incontra qualche diffi-coltà in quanto i professionisti dei musei orientati alle tecniche di conservazione, pre-servazione divulgazione e ricerca, hanno scarsa comprensione di tali tecniche. Un museo deve sviluppare un'organizzazione di marketing efficace e procedure effi-cienti di pianificazione, budget, attuazione e controllo, quindi si analizzeranno le diverse componenti del modello di marketing che insieme formano un unico processo che consente all’impresa di raggiungere i suoi obiettivi, questo processo viene definito “ciclo di pianificazione e controllo”. Nello specifico si analizzerà il caso di “Palazzo d’Aumale, Museo Interdisciplinare regionale di Storia Naturale e Mostra Permanente del Carretto Siciliano” di Terrasini del quale verrà studiato nello specifico l’ambiente nel quale è immerso, le problematiche legate alle sue modalità di gestione per l’attuazione di un vero e proprio processo di pianificazione strategica di marketing e il modo in cui va a definire il rapporto con il suo pubblico di riferimento.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il presente lavoro si propone di analizzare come le principali tecniche di marketing elaborate per fasi tipicamente aziendali, vengono adattate e possono funzionare anche in quelle organizzazioni che essendo attori del settore non-profit non fanno riferimento a impostazioni economico aziendali. Il turismo culturale può essere definito come il settore che comprende le visite dei tu- risti che sono attratti nella località principalmente dai loro interessi per beni storici, arti- stici, scientifici o per gli stili di vita e la cultura che una comunità, una regione, un gruppo o un’istituzione offrono, l’impatto economico generato da questo tipo di turismo comincia ad essere guardato con interesse e per questo si sono sviluppati numerosi studi sull’argomento. Il valore e l’impatto del turismo culturale sono quindi di estrema impor- tanza ed è molto utile scoprire le motivazioni e gli interessi personali dei turisti per svi- luppare attrazioni e prodotti che riescano a rendere il turista, una risorsa di grande im- portanza all’interno del più ampio mercato turistico. Il museo viene considerato l’istituzione culturale per eccellenza in quanto i suoi sco- pi principali (mostrare, esporre, spiegare) si adattano molto bene a fare di queste istitu- zioni delle vere e proprie attrazioni di particolare interesse per tutti coloro che, come i turisti, amano visitare i luoghi per scoprirne le bellezze, le particolarità, per divertirsi e per conoscere persone e luoghi nuovi. Il valore che può essere attribuito ai musei e alle organizzazioni culturali in genere, impone un cambiamento radicale nell’ambito della gestione di queste organizzazioni. La ricerca di modelli organizzativi e gestionali provenienti delle realtà aziendali, e quindi adatti a sopravvivere e a prosperare in realtà dinamiche e molto competitive, è una tendenza in atto da molto tempo nel nostro paese. Molte sono le sfide che sorgono in seguito ai mutamenti delle condizioni esterne e che i musei devono affrontare, una di queste è dovuta alla presenza di un contesto finanziario caratterizzato dell’incremento dei costi operativi e dal ristagno dei redditi, un’altra deriva dall’aumento della concor- renza per il pubblico provocato dal crescente numero di erogatori di attività di svago di- retti a conquistare una parte sempre più crescente del tempo libero delle persone. I mu- sei stanno vivendo numerose trasformazioni, un numero sempre crescente di musei sta

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Anselmo Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6517 click dal 27/01/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.