Skip to content

Valutazione di patologie fungine in campioni vegetali di interesse agrario e ornamentale

Informazioni tesi

  Autore: Laura Dell'Avanzo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura
  Relatore: Anna Maria Picco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

La Patologia vegetale, o fitopatologia, è la scienza che studia le malattie provocate da agenti parassiti animali, vegetali, fungini, batterici, virali, fitoplasmici e le alterazioni delle piante dovute ad agenti di inquinamento e fisiopatie causate da fattori climatici, metereologici, pedologici e nutrizionali.
Le avversità responsabili di tali malattie appartengono a diverse categorie, poiché possono essere causate da fattori abiotici, quindi condizioni naturali (luce, umidità, temperatura) non ottimali, oppure da fattori biotici (competizione di organismi).
La maggior parte delle malattie delle piante sono causate da agenti biotici.
I meccanismi di attacco dei patogeni sono divisi in 3 fasi principali, quali: INOCULAZIONE (operazione atta a determinare un’infezione); FASE DI PENETRAZIONE e infine la FASE DI COLONIZZAZIONE (dove il patogeno si diffonde all’interno dell’ospite). I sintomi della malattia compaiono dopo un periodo detto incubazione.
Il punto chiave di questo lavoro di tesi è stato quello di condurre una valutazione fitosanitaria di alcuni campioni di vegetali che presentavano differenti sintomi, con l’obiettivo di poter segnalare i taxa fungini patogeni presenti sulle lesioni.
Il lavoro è stato effettuato in 3 fasi principali: PULIZIA DEI CAMPIONI (per eliminare i residui di terra e le impurità); POSIZIONAMENTO NELLE PIASTRE (ogni campione è stato messo entro una piastra Petri sterile AA per permettere la crescita dei conidiofori fungini sui tessuti dei vegetali dove c’è l’infezione fungina); IDENTIFICAZIONE (sono stati preparati dei vetrini su cui verranno posizionati i frammenti dei micromiceti a cui si applicherà poi un apposito colorante).
Analizzando il lavoro svolto sono emersi i seguenti dati:
• Essenze maggiormente colonizzate: Vicia faba e Cedrum liban;
• Essenze meno colonizzate: Zamia furfuracea, Hibiscus syriacus e Oryza sativa;
• I taxa fungini dominanti sono: Alternaria sp., Cladosporium cladosporioides e Trichothecium sp.;
• In totale sono risultati 12 taxa fungini potenzialmente patogeni per i vegetali e 24 taxa saprotrofi, che sono considerati meno pericolosi;
• I campioni che sono più colonizzati da specie patogene sono: Platanus hybride e Rosa rampicante;
• I campioni vegetali che non presentano taxa patogeni sono: Acer rubrum, Arbust unedo, Betula pendula, Cedrum liban, Hyacinthus orientalis, Hybiscus syriacus e Zamia furfuracea.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE LA PATOLOGIA VEGETALE La patologia vegetale è la scienza che studia le malattie delle piante e che di queste si occupa nei vari aspetti quali le cause che le determinano, come queste si manifestano, le varie condizioni che possono favorirle o contrastarle, le modalità di propagazione, i modi per prevenirle o eventualmente combatterle. Si differenzia da quella animale (veterinaria e umana) poiché, mentre nella patologia umana l’oggetto d’interesse è l’individuo, nella vegetale è una massa di individui (coltura agraria). Eccezioni riguardano piante di particolare valore storico, economico o malattie che sono di difficile riconoscimento in quanto non frequenti nella zona in esame. Le ragioni principali che supportano l’attenzione alla massa degli individui sono di natura economica 1 . Nell’uomo e negli animali le malattie batteriche occupano il primo posto seguite dalle virali e infine, distaccate, le fungine; per le piante, invece, le malattie fungine si collocano al primo posto, accompagnate dalle virali ed, in fine, da quelle batteriche. CENNI STORICI Nel passato molti studiosi si sono uniti per interessi comuni riguardanti la problematica delle malattie delle piante. Questa necessità ha fatto fiorire centri importanti come: il Laboratorio di Botanica Crittogamica con sede a Pavia e l’Istituto Sperimentale per la Patologia Vegetale (ISPaVe) con sede a Roma. 1. Il Laboratorio di Botanica Crittogamica, specializzato nello studio delle malattie delle piante e degli animali prodotte da crittogame, venne fondato e diretto da Santo Grovaglio (1805-1882) nel 1871. 1 Ad esempio un patologo che dovrà combattere la ruggine del frumento non curerà le singole lacerazioni che essa causerà, ma applicherà trattamenti su tutta la coltura.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

botrytis
patologia vegetale
diagnosi
micologia
patogeni
verticillium
fusariosi
peronospora
alternaria
taxa patogeni
patologie fungine
taxa
campioni vegetali
sintomi delle malattie delle piante
taxa fungini
inoculo
malattie fungine
mal bianco
tecniche di laboratorio
malattie delle piante
colletotrichum
malattie parassitarie
rapporti tra piante e funghi
pythium

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi