Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Trattamenti volumetrici dinamici ad intensità modulata (VMAT) in Radioterapia

La radioterapia nel corso degli anni è andata ad acquisire un ruolo sempre più predominante nel trattamento curativo dei tumori grazie ad una evoluzione tecnologica e un conseguente sviluppo metodologico. Siamo pertanto passati da tecniche 'semplici' a tecniche progressivamente più complesse che hanno reso possibile la somministrazione di dosi terapeutiche con una accuratezza non attuabile in precedenza e l'introduzione di VMAT ne è un chiaro esempio.
Si tratta di una tecnica radioterapica che rappresenta una naturale evoluzione delle tecniche di IMRT classiche, la quale permette, in una singola rotazione di 360° del Gantry, di erogare dosi al target tumoral con un elevato grado di precisione e un considerevole risparmio degli organi critici. Questa consegna in dinamico avviene in tempi notevolmente ridotti, superando di conseguenza lo svantaggio della dilatazione dei tempi introdotta dalla precedente IMRT.
Scopo di questa tesi, sulla base dei piani di trattamento elaborati grazi al software di Inverse Planning, di mettere a confronto le due tecniche in modo da evidenziare vantaggi e limiti della metodica

Mostra/Nascondi contenuto.
… tanto tempo fa… 1895: Wihelm Conrad Roentgen Potenzialità per la medicina: • imaging a fini diagnostici • utilizzo terapeutico RADIOTERAPIA: Impiego di radiazioni ionizzanti ad elevata energia In grado di danneggiare il DNA delle cellule tumorali. Inevitabile esposizione dei tessuti sani. Conflitto: preservare-distruggere evoluzione

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Simona Maggi Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8539 click dal 17/02/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.