Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I mass media e la responsabilità sociale nell'era della gobalizzazione

L’elaborato ha lo scopo di analizzare il tema della responsabilità sociale dei media.
I media condizionano molti aspetti della vita quotidiana delle persone e devono tenere conto di questo nell’esercizio delle loro funzioni.
I media influiscono sulle nostre scelte, in tutti i momenti, tutti i giorni.
Ma chi controlla i media?
Esistono emergenze create ad hoc dai media?
Chi ci guadagna?

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’elaborato ha lo scopo di analizzare il tema della responsabilità sociale dei media. I media condizionano molti aspetti della vita quotidiana delle persone e devono tenere conto di questo nell’esercizio delle loro funzioni. Nel primo capitolo si analizzeranno le caratteristiche dei media, attraverso la loro evoluzione e la definizione del concetto di notizia. I mezzi di informazione sono storicamente considerati il quarto potere, ma è ancora così? L’uso da parte delle redazioni di materiale proveniente da grandi agenzie stampa può infatti limitare un’utile quanto faticoso lavoro di ricerca e confronto tra le fonti, nel senso che non stimola ricerche più profonde e più mirate, accontentandosi di dare la notizia. La grafica, l’uso delle immagini e la retorica danno origine a prodotti informativi ai quali difficilmente un cittadino medio riesce a fruire appieno. Gli operatori dell’informazione hanno anche il delicato compito di selezionare ciò che finirà in agenda e ciò che invece rimarrà fuori e quindi sconosciuto a quelle persone che affidano la loro conoscenza del mondo ad una sola fonte informativa. Non tutti gli accadimenti hanno il potenziale di diventare notizie. Essi devono possedere i requisiti di notiziabilità che rendono una notizia più adatta al pubblico secondo il parere delle redazioni e dei gruppi di potere che controllano e possiedono il prodotto informativo. Una discussione sul ruolo delle fonti chiude il primo capitolo, la questione in esame riguarda l’eccessivo utilizzo da parte delle redazioni di informazioni provenienti dalle stesse fonti, senza provvedere ad un più attento lavoro di analisi dei fatti. Il secondo capitolo si apre con una panoramica del contesto italiano, sulle proprietà dei maggiori gruppi editoriali del paese e sulle peculiarità della fruizione delle informazioni dei parte dei cittadini. È altresì indagato il ruolo di Internet: se i giornali e le televisioni necessitano di ingenti capitali economici per vivere e sono quindi controllati da gruppi ricchi e potenti a cui devono obbedire, Internet è un serbatoio di informazioni e di documenti che si diffondono in modo pericolosamente facile. Nei paragrafi seguenti, l’etica e la responsabilità sociale dei media sono gli argomenti presi in esame. La pubblicazione di un codice deontologico talvolta non basta, bisogna che

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cristina Maugeri Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2254 click dal 21/02/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.