Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costruzione dell'Europa tra essere e avere

La costruzione dell'Europa contemporanea è giunta ad un bivio: rafforzare la propria identità e migliorare la propria organizzazione politica oppure rimanere una mera unione economica dotata di una moneta e di un mercato comune? Attraverso l'analisi delle sue radici, della sua storia e della sue fondamenta questa tesi tenta di dare risposte e di porgere domande concrete per il suo sviluppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Che cos‟è l‟Europa? Così l’Economist intitolava un articolo il 12 febbraio del Duemila, cercando di riassumere e di ricordare gli scopi dell‟Unione europea dopo la deriva di Haider e dei nazionalisti in Austria. Il titolo dell‟articolo fu poi ripreso da Terry G. Jordan nel 2007 nell‟opera The European culture area. La stessa domanda è stata il punto di riferimento sempre presente in questo lavoro e la risposta ad essa, se possibile, l‟obiettivo che ci siamo prefissi di raggiungere. Nel momento in cui ci si porge la domanda molte sollecitazioni e molte problematiche vengono in mente: l‟Europa e la spinosa questione dei suoi confini, dei suoi limiti a Oriente; l‟Europa fisica e la sua nozione di continente; l‟Europa politica e l‟Europa mercato; l‟Europa che compare quotidianamente sui giornali con i suoi problemi economici e le sfide globali che si trova ad affrontare, l‟Europa in declino e l‟Europa che attende la sua rinascita. L‟Europa che abbiamo tentato di analizzare rappresenta tutte queste questioni, le quali si intrecciano alla sua base e si congiungono alla radice del suo esistere: è l‟essenza dell‟Europa che fin dalla sua denominazione abbiamo voluto indagare e scoprire. Non era nostra intenzione raccogliere compilativamente una tesi sullo stato attuale dell‟Europa, e quindi dell‟Unione Europea, ma studiare e capire come, dove e quando essa si è formata e qual è il suo significato e il suo scopo oggi. L‟Ue rappresenta se vogliamo la tappa finale di una storia lunga secoli, durante i quali il termine Europa ha mutato significato, confini e valori, mantenendo però dei caratteri propri che la contraddistinguono da ciò che è altro da sè. Il concetto di Europa è un concetto ancora in fieri, in continuo mutamento. Studiando la storia si può vedere come esso si sia formato e come sia cambiato, sotto la spinta dei popoli e degli uomini che hanno fatto di questa parola a volte una bandiera, a volte qualcosa da rigettare. Sotto questa nozione si nascondono le più grandi idee del mondo, grandi scoperte, magnifici ideali, come anche i più crudi misfatti ed orrori. Il primo capitolo è dedicato all‟analisi delle radici della cultura e dell‟identità europea. Come ha scritto lo storico Franco Cardini riguardo ad esse, “l‟Europa non è una carota, non ha un‟unica radice a fittone, bensì radici molteplici, ramificate, intrecciate fra loro” e tutte queste

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessio Santi Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 732 click dal 15/02/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.