Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Manner and Matter: Uno studio e un’ipotesi traduttiva di ''The Age of Anxiety'' di W. H. Auden

Auden è un universo, ed è un’impresa vana cercare di essere esaustivi nel suo studio. Ma attraverso la messa a fuoco del problema del rapporto fra forma e contenuto in "The Age of Anxiety" credo di aver messo in luce la rilevanza di tale questione per chi si accinga a tradurre poesia.

"Manner and Matter" tocca problematiche che sono alla base di tutti i dualismi, corpo e spirito, intelletto ed emozioni, arte e vita, sacro e profano. Solo alcuni di essi, secondo Auden, possono e devono essere ricomposti. Ma già l’atto di toccare questi estremi mette il lettore in contatto con un centro più armonico da cui osservare dicotomie interne ed esterne.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Durante il mio primo anno a Roma Tre, quando ero ancora iscritta al DAMS e meditavo di emigrare in qualche universo parallelo, scappavo dalle piatte lezioni su qualche oscuro cineasta russo per sbirciare un mondo misterioso e numinoso di tuberi e radici, di aspra musicalità anglosassone che veniva dissezionata con cura davanti a future assistenti di volo annoiate. Fu un’epifania, simile a quella vissuta da Auden durante la lettura del Beowulf da parte di un Tolkien in veste scaldica. Neanche un grave incidente poté tenermi lontana da quelle aule per più di una settimana: senza denti e debolissima me ne andavo felice a via Napoli pregustando pentametri giambici. Dopo tanti anni di assenza dall’università, avendo finalmente deciso di provare ad affrontare i miei fantasmi e laurearmi, ho deciso di tornare in qualche modo alle origini accettando il suggerimento del mio professore-scaldo di tradurre uno dei lunghi poemi di Auden. In particolare The Age of Anxiety (pubblicato nel 1947), mi sembrò un candidato ideale essendo scritto per la maggior parte in un verso allitterativo molto simile a quello del Beowulf e dunque affine ai miei gusti barbarici (non credo siano in molti a Roma Tre ad aver 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Valentina Vella Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 588 click dal 04/04/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.