Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un sistema embedded per l'interfacciamento di terminali mobili a tag RFid

Il recente sviluppo dei sistemi d' identificazione automatica, sta apportando un continuo miglioramento alla qualità della vita. In svariati ambiti, si sono infatti instaurati sostanziali benefici, quali l' incremento della produttività, la riduzione dei costi ed il rafforzamento della sicurezza.
Ne hanno tratto enormi vantaggi, i numerosi contesti in cui è richiesta la tracciabilità dei prodotti, come il supply-chain, l' ambito militare, quello sanitario, il farmaceutico, ed anche l' ambito civile.
Scopo di tale tesi è la realizzazione di un sistema embedded, in grado di identificare attraverso tecnologia RFid (Radio Frequency Identification) oggetti ed esseri viventi, e tramite comunicazione wireless, inviare gli identificativi rilevati, ad un sistema informatico atto all' elaborazione dei dati.
La realizzazione del dispositivo è stata improntata alla creazione di un terminale stand-alone, che ben si integri in qualsiasi ambito in cui è necessaria l' identificazione a radiofrequenza. Non si è quindi conferito a tale dispositivo, l' obbiettivo dell' identificazione di un determinato tipo di prodotto, ma è stato bensì preferito attribuire al sistema, la possibilità di impiego in svariati ambiti.
Il dispositivo è stato realizzato garantendo la conformità ai fondamentali requisiti dei dispositivi embedded, quali i ridotti consumi energetici, un basso costo di produzione, dimensioni contenute , l' affidabilità, e la robustezza del sistema.
La tesi è strutturata come segue. Nel primo capitolo è descritto il contesto applicativo in cui il dispositivo realizzato si inserisce, i sistemi pervasivi con cui è in grado di interagire, e come un tale sviluppo possa condurre alla realizzazione di un' “Internet delle Cose”, scenario in cui è prevista un' integrazione del mondo fisico con quello virtuale.
Attuali ambiti di utilizzo dell' identificazione a radiofrequenza, sono illustrati nel secondo capitolo, dove è posta una particolare attenzione al miglioramento che tale tecnologia ha apportato in ambito sanitario e nell' educazione. La progettazione del dispositivo embedded realizzato è descritta in dettaglio nel terzo capitolo, in cui sono stati valutati gli obiettivi, i requisiti e l' architettura del sistema. Sono anche stati presentati alcuni esempi, che descrivono probabili utilizzi del dispositivo.
Nel quarto capito è presente una descrizione approfondita delle tecnologie impiegate nella realizzazione. Sono state descritte le caratteristiche dei componenti hardware impiegati nel progetto, i moduli a cui il microcontrollore è stato interfacciato, ed i relativi protocolli di comunicazione.
Infine nel quinto capitolo è descritta la fase di' implementazione del dispositivo, le prove effettuate in laboratorio, il codice software che permette il funzionamento del terminale, e le limitazioni incontrate nella fase di sviluppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il recente sviluppo dei sistemi d' identificazione automatica, sta apportando un continuo miglioramento alla qualità della vita. In svariati ambiti, si sono infatti instaurati sostanziali benefici, quali l' incremento della produttività, la riduzione dei costi ed il rafforzamento della sicurezza. Ne hanno tratto enormi vantaggi, i numerosi contesti in cui è richiesta la tracciabilità dei prodotti, come il supply-chain, l' ambito militare, quello sanitario, il farmaceutico, ed anche l' ambito civile. Scopo di tale tesi è la realizzazione di un sistema embedded, in grado di identificare attraverso tecnologia RFid (Radio Frequency Identification) oggetti ed esseri viventi, e tramite comunicazione wireless, inviare gli identificativi rilevati, ad un sistema informatico atto all' elaborazione dei dati. La realizzazione del dispositivo è stata improntata alla creazione di un terminale stand-alone, che ben si integri in qualsiasi ambito in cui è necessaria l' identificazione a radiofrequenza. Non si è quindi conferito a t ale dispositivo, l' obbiettivo dell' identificazione di un determinato tipo di prodotto, ma è stato bensì preferito attribuire al 3

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Mario Campidonico Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1148 click dal 05/03/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.