Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Scuola Calcio: metodologia e didattica delle attività motorie proposte nella categoria “Pulcini”.

La Scuola Calcio nasce dall’idea di unire, all’interno di un unico ambiente, le scienze sociali, le conoscenze in ambito sanitario, le scienze dell’educazione e le scienze motorie, con il gioco del calcio.
Ogni Scuola Calcio porta avanti al suo interno una serie di progetti, educativi e didattici. Tra i vari progetti si annoverano principalmente il progetto di educazione all’alimentazione, che ha come fine quello di sensibilizzare i bambini e le famiglie sull’importanza di una alimentazione varia e sana, e al controllo di una serie di fattori che incidono sul benessere della persona, il progetto di educazione sanitaria, attraverso il monitoraggio della crescita del bambino, e infine il progetto educativo societario, che si realizza promuovendo nel bambino lo sviluppo dell’autonomia, la formazione personale, e la trasmissione di norme etiche e morali.
All’interno della Scuola Calcio, il bambino deve aver la possibilità di integrare e completare la crescita fisico-motoria, attraverso la stimolazione delle principali capacità e abilità coordinative e condizionali, mediante attività di gioco propedeutiche all’apprendimento della tecnica specifica del gioco del calcio e della tattica individuale e di squadra.
Le attività didattiche attuate all’interno delle Scuole Calcio prevedono l’utilizzo di una metodologia precisa, basata sull’aspetto ludico e sull’importanza di aspetti sociali, quali la conoscenza e la collaborazione tra i bambini, l’esercitazione individuale con la palla e lo sviluppo cognitivo attraverso proposte di difficoltà crescente e modalità di stimolazione di vario tipo.
Attraverso la programmazione delle attività educative e motorie è auspicabile coniugare aspetti didattici ed educativi, in maniera da poter affrontare i problemi tipici della categoria, e improntare il lavoro nella giusta direzione elaborandolo in maniera sempre più specifica, fino allo sviluppo di ogni singolo allenamento, permettendo al bambino di divertirsi e apprendere allo stesso tempo, così da permettere la crescita e lo sviluppo completo dell’individuo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Incontri e confronti con istruttori di Scuola Calcio, e allenatori del Settore Giovanile, di società professionistiche e non, portano alla luce una serie di problematiche comuni, che si riscontrano nella programmazione e nella realizzazione del piano operativo per un’annata sportiva, nella programmazione specifica delle unità didattiche e nella trasformazione del lavoro di progettazione, in attività pratiche, per la seduta di allenamento. Le difficoltà maggiormente incontrate risultano: • trovare i mezzi operativi più efficaci; • collegare i mezzi operativi tra loro; • favorire un apprendimento reale; • ridurre i tempi morti; • aumentare l’intensità di allenamento, senza diminuire il tempo di gioco; • tenere alto l’impegno cognitivo, l’interesse e l’attenzione; • divertire; • far comprendere l’importanza dell’esercizio fisico; • educare; • distogliere l’attenzione dal risultato e spostarla sul tipo di prestazione. Questo lavoro nasce dal desiderio di fornire informazioni metodologiche e didattiche ai tecnici, e scoprire se esistono delle norme generali, dei punti focali e degli obiettivi comuni in ambito sportivo, che sono accostabili ai fondamenti dell’insegnamento del gioco del calcio, e che possono essere incorporati nella programmazione di un anno sportivo. Lo studio, ha l’intento di trovare risposte concrete, semplici e realizzabili in diverse fasce d’età, per attività, metodi, mezzi, e progettualità, che permettano di sviluppare i programmi educativo-didattici pianificati all’interno di una Scuola Calcio, per la categoria “Pulcini”.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Leopoldo Biasio Contatta »

Composta da 83 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10184 click dal 06/03/2012.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.