Skip to content

Sistemi foraggeri per ovini da latte: un esempio di evoluzione nella pianura irrigua della Nurra

Informazioni tesi

  Autore: Giacomo Pisanu
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Sassari
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Luigi Ledda
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 37

L’esperienza maturata con il tirocinio pratico–applicativo è stata utile in quanto ho avuto modo di entrare in contatto con la figura non astratta dell’imprenditore agricolo, che deve combinare i vari aspetti tecnici ed economici (molto spesso considerati separatamente durante il mio percorso universitario) e finalizzarli alla convenienza economica della produzione agricola. Il Dr. Olmeo rappresenta in questo senso un ottimo esempio, la conduzione della sua azienda si caratterizza infatti per una notevole attenzione ai vari aspetti agronomici e zootecnici, combinati ad una profonda conoscenza economica e politica.
Il sistema foraggero, verso il quale ho concentrato la mia attenzione, prevede la gestione dei campi strettamente legata alla tecnica di allevamento, per cui alla scelta di intensificazione della prima, basata sulla valutazione degli avvicendamenti più adatti, è seguita l’intensificazione della seconda, caratterizzata dall’utilizzo della tecnica unifeed. L’estrema intensificazione delle coltivazioni, consentita dal minore ricorso al pascolo, determina un incremento della produzione conservabile, oltre all’incremento delle potenzialità di vendita all’esterno del prodotto eccedentario. La tecnica dell’unifeed permette allo stesso tempo una standardizzazione della razione durante tutto l’anno con conseguente indipendenza dalla stagionalità e una significativa riduzione degli sprechi. Va ricordato che tale organizzazione permette un’autonomia dell’azienda per quanto riguarda l’alimentazione animale, con una certa indipendenza dal mercato dei mangimi concentrati.
In uno scenario di bassa rimuneratività dell’allevamento ovino la scelta del Dr. Olmeo appare in controtendenza. Senza dubbio ciò ha richiesto importanti investimenti in strutture (ovili e sala di mungitura) rispetto alla tipologia di allevamento tradizionale precedentemente attuata, ma considerata in un’ottica di lungo periodo potrebbe rivelarsi vincente sia per una maggiore produttività dei terreni, dei quali viene sfruttata al massimo la potenzialità in quanto non più soggetti al pascolo, sia per una potenziale destagionalizzazione della produzione animale nel caso il settore della trasformazione si rivolga verso questa direzione.
Altri aspetti dell’organizzazione di questa azienda sono una maggiore produttività per operatore come risultato di una maggiore razionalità di conduzione del gregge, con una ripartizione dei parti più equilibrata durante l’anno.
L’innovazione è un altro punto di forza di questa azienda caratterizzata da un parco macchine moderno ed efficiente, da impianti (es: mungitura e di alimentazione) rispondenti agli obiettivi perseguiti, e inoltre dalla continua sperimentazione di nuove tecniche quali la semina del mais con pacciamatura ed altre esperienze descritte precedentemente.
La diversificazione produttiva richiede notevoli conoscenze per poter conciliare la zootecnica, la cerealicoltura, l’orticoltura e l’olivicoltura, ma allo stesso tempo garantisce una minore insicurezza nel bilancio aziendale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. INTRODUZIONE 1.1 L’allevamento ovino in Sardegna L ’allevamento ovino caratterizza l’economia dell’isola sin dai tempi più antichi, quali quelli prenuragici e numerose sono inoltre le citazioni in epoca romana. I capi allevati ammontano a circa 3 milioni (Tabella 1) rappresentando il 41% del patrimonio ovino nazionale. Tabella 1. Consistenza delle aziende e dei capi allevati in Sardegna (2006). Secondo il VIII Report Trimestrale del novembre 2007, la produzione di latte, sarebbe pari a 4.629.936 quintali raccolti nel 2006. La Sardegna si conferma così il maggiore produttore nazionale di latte ovino, con una quota sul totale nazionale superiore al 65%. Gli agnelli prodotti nell’isola, inoltre, rappresentano il 30% dei totali prodotti in Italia (Pastomed, 2007) e la carne di agnello incide per il 25% della PL V aziendale. La pecora di razza sarda si caratterizza per l’attitudine alla produzione di latte; la tecnica più comune di allevamento si basa su una concentrazione stagionale dei parti a novembre–dicembre per le pluripare e a febbraio–marzo per le primipare e su un ricorso sistematico al pascolamento sia su pascolo naturale, per l’utilizzazione delle risorse foraggere spontanee, sia su erbai

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ovini
sardegna
foraggere
sistemi foraggeri
nurra
colture da foraggio
colture da granella
allevamento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi