Skip to content

Il medico di medicina generale e la Comunità Amica dei Bambini per l'allattamento materno

Informazioni tesi

  Autore: Margherita Giuliodori
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Formazione specifica in medicina generale
Anno: 2010
Docente/Relatore: Gatti Rita
Istituito da: Regione Marche
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

L'allattamento al seno è universalmente riconosciuto dalle organizzazioni scientifiche e mediche mondiali come la norma biologica per nutrire i neonati.
Nel 1992, per promuovere a livello internazionale la pratica dell’allattamento al seno, l'OMS-UNICEF lanciò Baby Friendly Hospital Iniziative (BFHI), basata sull'attuazione nei reparti ospedalieri di pratiche di dimostrata efficacia per il successo dell’allattamento al seno. La promozione e il sostegno all'allattamento, tuttavia, non devono e non possono esaurirsi nell'ambiente ospedaliero: è necessario che la mamma e il bambino vengano accolti e accompagnati sul territorio anche dopo la dimissione.
A tal fine dal 2006 l'OMS-UNICEF sta definendo un percorso di riconoscimento anche per le strutture socio-sanitarie territoriali: la BFCI (Baby Friendly Community Iniziative) o “Comunità Amica dei Bambini per l'allattamento materno” .
Tra gli attori presenti sul territorio il Medico di medicina generale (MMG) ricopre una posizione particolarmente fortunata: poche altre figure professionali hanno tante e tali possibilità di seguire e accompagnare le donne e le loro famiglie prima, durante e dopo la gravidanza e il parto, anche nel lungo periodo.
Tuttavia la formazione specifica del MMG sull'allattamento al seno è troppo spesso insufficiente a sostenerlo nella pratica e il MMG non è percepito dalle utenti come un professionista esperto di allattamento.
Per il MMG e per gli altri attori coinvolti il percorso per l'accreditamento di “Comunità amica dei bambini” è una straordinaria opportunità di migliorare le proprie competenze in un campo troppo a lungo trascurato e di collaborare con gli altri operatori presenti sul territorio e in Ospedale, ma soprattutto è l'occasione per rendersi protagonisti di un processo di cambiamento culturale i cui benefici ricadono sull'intera società.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1-L'IMPORTANZA DELL'ALLATTAMENTO AL SENO L'allattamento al seno è universalmente riconosciuto dalle organizzazioni scientifiche e mediche mondiali come la norma biologica per nutrire i neonati. Secondo le indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), dell’UNICEF e dell’Unione Europea, recepite anche dal nostro ministero della Salute, l’allattamento al seno dovrebbe essere esclusivo fino ai sei mesi di vita del bambino e, successivamente, continuare per due anni e oltre, secondo il desiderio della mamma e del bambino ( 1-2) . Le evidenze scientifiche dimostrano infatti che l’allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi di vita assicura una crescita, uno sviluppo ed una salute ottimali per il bambino; dopo quest’età l’allattamento al seno, con l’aggiunta di alimenti complementari appropriati, continua a contribuire alla crescita, allo sviluppo ed alla salute del lattante e del bambino (3). La promozione ed il sostegno dell’allattamento al seno sono da considerare un obiettivo strategico di salute pubblica, poiché sono tra gli interventi più efficaci per il miglioramento della salute dei bambini, ed i loro benefici ricadono anche sulle madri, le famiglie, la collettività, il sistema sanitario e sociale, l’ambiente e la società in generale (4). Dato che l’allattamento al seno è il modo naturale e specie-specifico di alimentare i lattanti ed i bambini, esso non avrebbe bisogno di evidenze scientifiche sui suoi benefici per essere promosso; inoltre, poiché “l’allattamento al seno esclusivo è il modello di riferimento rispetto al quale tutti i metodi alternativi di alimentazione devono essere misurati in termini di crescita, salute, sviluppo, e qualsiasi altro esito a breve o lungo termine”, l’onere di provare la superiorità o l’equivalenza di metodi alternativi per l’alimentazione dei lattanti e dei bambini dovrebbe ricadere perciò su coloro che propongono questi metodi alternativi. Come ha scritto Diane Wiessiger nel suo articolo “Watch Your Language”: “poiché l’allattamento è la norma biologica, i bambini allattati al seno non sono più sani; sono i bambini alimentati artificialmente ad ammalarsi più spesso e in modo più grave” (5). Il seno NON E' MEGLIO, è il modo NORMALE di alimentare i bambini.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

allattamento al seno
medico di medicina generale
ospedale amico del bambino
comunità amica del bambino
codice violato
sostegno allattamento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi