Skip to content

Odissea nell'immagine - Analisi semiotica sull'opera di Stanley Kubrick

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Deluca
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2010-11
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Grafica d'arte
  Relatore: Andrea Alessandrino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 407

Stanley Kubrick, artista visionario che sposando il cinema come mezzo di espressione, ha aperto una porta nuova nella storia della cinematografia, una porta non spalancata ma socchiusa per consentire al suo pubblico di sbirciare all’interno di ognuno dei suoi film e scoprire volta per volta tracce della società contemporanea. Tratti salienti e costanti nelle sue opere sono la paradossalità dell’intreccio narrativo e la sua progressiva dissoluzione, la presenza pervasiva di un paradosso fondante anche ad altri livelli del testo filmico, da quello figurativo a quello “meta comunicativo”, la crisi della razionalità quale modello di controllo delle azioni umane e di organizzazione sociale, col conseguente sopravvento della dimensione pulsionale, istintiva, regressiva, psicotica e violenta. L’analisi che sarà affrontata nei capitoli successivi parte da un punto di vista puramente estetico qual è un singolo fotogramma o frame, per studiarne, o meglio percepirne i fenomeni di significazione e comunicazione. Per significazione si intende ogni relazione che lega qualcosa di materialmente presente (l’immagine stessa) a qualcos’altro di assente, perciò lo studio approfondito dei segni che si manifestano nell’immagine filmica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Stanley Kubrick, artista visionario che sposando il cinema come mezzo di espressione, ha aperto una porta nuova nella storia della cinematografia, una porta non spalancata ma socchiusa per consentire al suo pubblico di sbirciare all’interno di ognuno dei suoi film e scoprire volta per volta tracce della società contemporanea. Tratti salienti e costanti nelle sue opere sono la paradossalità dell’intreccio narrativo e la sua progressiva dissoluzione, la presenza pervasiva di un paradosso fondante anche ad altri livelli del testo filmico, da quello figurativo a quello “meta comunicativo”, la crisi della razionalità quale modello di controllo delle azioni umane e di organizzazione sociale, col conseguente sopravvento della dimensione pulsionale, istintiva, regressiva, psicotica e violenta. L’analisi che sarà affrontata nei capitoli successivi parte da un punto di vista puramente estetico qual è un singolo fotogramma o frame, per studiarne, o meglio percepirne i fenomeni di significazione e comunicazione. Per significazione si intende ogni relazione che lega qualcosa di materialmente presente (l’immagine stessa) a qualcos’altro di assente, perciò lo studio approfondito dei segni che si manifestano nell’immagine filmica. Stanley Kubrick nasce il 26 luglio 1928 a New York, nel quartiere del Bronx da una famiglia ebrea di origini mitteleuropee. Ha tredici anni quando suo padre gli regala la sua prima macchina fotografica (Graphlex), e da questo punto in poi, inizierà il suo viaggio che lo porterà, a sviluppare sempre di piø, la sua sensibilità visiva. Quattro anni dopo, venderà la sua prima fotografia alla rivista “Look” che lo assumerà subito come reporter. A soli ventuno anni (1951) produrrà il suo primo cortometraggio-documentario, Day of the Flight, con un minimo budget (3900 dollari). Successivamente nasceranno altri due cortometraggi, Flying Padre e The Seafarers. Il suo primo lungometraggio sarà “Paura e desiderio” (Fear and Desire) del 1953, è un film completamente autoprodotto, considerato dallo stesso Kubrick poco piø che l'esercizio di uno studente di cinema. Già in questo suo primo film sono anticipati alcuni temi che il regista svilupperà nelle sue opere successive, cioè l’attrazione per la guerra ed i suoi drammi e la critica alla violenza. In seguito uscirà, “Il bacio dell’assassino” (Killer's Kiss) del 1955, “Rapina a mano armata” (The Killing) del 1956, “Orizzonti di gloria” (Paths of Glory) del 1957, film che gli consentiranno di farsi conoscere e di essere chiamato da Kirk Douglas (produttore e attore del film) per la regia di “Spartacus” del 1960. Il film ebbe un grande successo, vinse quattro premi Oscar, ma fra Kubrick e Douglas nacque una situazione di lenta competizione fredda, che alla fine lasciò Kubrick privo di qualsiasi entusiasmo per l'opera realizzata, al punto da quasi sconfessarne la paternità una volta terminata. Nonostante ciò, è da quest’ultima pellicola che nacque “Stanley Kubrick”, infatti, subito dopo, intuì che doveva iniziare una nuova era cinematografica,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stanley kubrick
dottor stranamore
arancia meccanica
analisi semiotica
barry lyndon
eyes wide shut
full metal jacket
lolita
shining
2001 odissea
cinema kubrick
odissea nell'immagine
opera kubrick
cinema semiotica
kubrick semiotica
alessio deluca
alik deluca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi