Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Impronte - L'odontoiatria che cambia nella società moderna

Questa tesi è articolata in cinque capitoli. Il primo capitolo presenta l’odontoiatria all’interno della società moderna, affrontando temi che vanno dalla situazione della salute orale degli italiani, all’importanza sempre maggiore assegnata alla prevenzione, fino all’odontofobia e alla cura dei pazienti ansiosi.
Il secondo capitolo è interamente dedicato all’odontoiatria estetica e alle varie soluzioni per il raggiungimento del sorriso perfetto, tra cui lo sbiancamento dei denti, l’ortodonzia e le infiltrazioni di botulino.
Il terzo capitolo presenta l’odontoiatria negli anni della crisi economica: dopo la dimostrazione di quanto la crisi abbia gravato sul settore, si illustrano le soluzioni messe in atto per fronteggiare la situazione, come, per esempio, l’offerta di servizi finanziari per le cure dentistiche e di prestazioni odontoiatriche a tariffe agevolate.
Nel quarto capitolo vengono illustrati i cambiamenti che hanno interessato lo studio odontoiatrico negli ultimi anni: tra le novità più significative, si ha la comparsa di nuove figure professionali altamente qualificate, come l’igienista dentale.
Infine, il quinto e ultimo capitolo è un excursus di storia dell’odontoiatria.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questa tesi è frutto principalmente della mia professione di odontotecnico, un mestiere che negli anni mi ha portato ad approfondire sempre più le tecniche e le problematiche del campo odontoiatrico, e che mi ha spinto a ricercare le trasformazioni messe in atto dall’odontoiatria per rispondere ai nuovi bisogni di una società sempre più desiderosa di integrazione sociale . Al momento è scarsissima la bibliografia inerente al mondo odontoiatrico visto in chiave sociale; al contrario, numerosi dati messi a disposizione da ricerche di mercato e da sondaggi 1 confermano l’emergere nella popolazione (italiana soprattutto, ma anche europea) di tendenze nuove rispetto a un tempo. Dal dentista oggi non ci si reca più solamente in caso di necessità (in genere quando si ha mal di denti), ma si va ormai diffondendo una cultura della prevenzione che rende le visite di controllo più regolari e l’igiene orale più curata 2 . Va inoltre detto che, siccome nella nostra società l’aspetto estetico gioca un ruolo determinante nelle relazioni sociali, sempre più frequenti sono i casi in cui i pazienti si rivolgono all’odontoiatra per interventi più o meno invasivi di chirurgia estetica 3 , dallo sbiancamento al piercing. Sempre più diffuso è anche il ricorso all’ortodonzia 4 , da parte non solo più dei bambini ma anche degli adulti. Certamente la convinzione che un bel sorriso aiuti nella realizzazione personale e professionale non è un’idea nuova, ma se il ricorso alla chirurgia estetica prima era possibile solo per i personaggi televisivi o delle riviste patinate, oggi uno o più “ritocchini” sono accessibili quasi a tutta la popolazione (o meglio, a tutti coloro che hanno le possibilità economiche per sostenere le ingenti spese che questi interventi comportano). 1 Si citano qui alcuni dei sondaggi ai quali si fa riferimento nella tesi: sul sito del Censis si possono leggere i risultati dell’indagine del 2009 sulla qualità dell’assistenza odontoiatrica privata; su GdO n° 7 (30 aprile 2010), pagg. 6-7 si trova la ricerca del 2009 di Eurobarometer su atteggiamenti e opinioni della popolazione europea sulla salute orale; sul sito www.istat.it si trova un’indagine del 2005 sulla diffusione della condizione di edentulismo nella popolazione italiana; infine, un’indagine sul rapporto degli italiani con i loro denti, condotta da Astra/Demoskopea, si trova alla pagina web www.odontoiatriaesalute.it/odontoiatria_e_salute.hlm. 2 Cfr. Garista-Strohmenger 2007, pag. 15. Si tenga comunque conto del fatto che moltissime persone sono ancora terrorizzate dall’idea di andare dal dentista, al punto che l’odontofobia è stata riconosciuta dall’OMS come una vera malattia e propria malattia (cfr. www.tognialberto.it/Odontofobiapauradeldentista.aspx). 3 Cfr. Goldstein 2010: Ronald Goldstein è stato il primo odontoiatra a spostare l’attenzione dal solo trattamento odontoiatrico all’intera armonia del viso, e viene considerato uno dei più grandi pionieri al mondo nel campo dell’odontoiatria estetica. Egli ha dedicato oltre cinquant’anni di clinica pratica all’educazione dei pazienti e a ottenere il sorriso dei loro sogni. Sull’odontoiatria estetica si segnalano anche Sorridiamo09, pagg. 15-16 e GdO n° 11(30 giugno 2010), pagg. 6-7. 4 Cfr. Sorridiamo 2010, pagg. 13-16; Goldstein 2010, pagg. 112-113. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Dario Orlando Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2744 click dal 20/03/2012.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.