Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La nascita della cultura Pop

Come indica il titolo della tesi, “La nascita della cultura pop”, il tema che tratterò riguarderà i vari aspetti sociali, economici, e culturali della società inglese nel periodo compreso tra la fine dell’Ottocento, fino agli anni Sessanta del Novecento.
Intrecciando e confrontando tra di loro dati riguardanti indagini sociologiche, definizioni e teorie presenti nei testi presi in esame, ho cercato di rilevare i tratti caratteristici della cultura popolare, e dei cambiamenti che ha portato nei diversi ambiti della società inglese: il miglioramento delle condizioni di vita, le abitudini quotidiane, gli stili di vita, l’organizzazione delle città, il lavoro e il tempo libero, ecc.
Lo scopo di questa tesi è quello di fornire una definizione di cultura popolare andando a esaminare alcune definizioni che sono state date di questa nuova cultura e verificarle con degli esempi tratti dall’esperienza quotidiana del periodo e del contesto storico osservato.
Inoltre si propone di raccontare nel corso dei capitoli alcuni tra i personaggi, i luoghi, le musiche, le influenze artistiche, tecniche e culturali che hanno contribuito a far nascere e a sviluppare la cultura pop inglese nel corso del ventesimo secolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE DEFINIRE LA CULTURA POPOLARE La cultura popolare può essere definita e trattata in molti modi differenti a seconda dell’approccio con cui viene avvicinata. Il pensiero di Raymond Williams ci suggerisce alcuni significati del termine che sono di uso corrente. Questo tipo di cultura può essere definita come una cultura “apprezzata da molte persone”, “un insieme di prodotti di tipo scadente”, “prodotti intenzionalmente presentati per conquistare il favore della gente”, oppure può essere definito come una “cultura effettivamente prodotta dalla gente per se stessa”. Sicuramente, la prima definizione 1 da prendere in esame per analizzare la cultura popolare è quella che definisce i prodotti di questa cultura come un qualcosa che riscontra un’ampia preferenza ed è scelta e consumata da molte persone. L’elemento quantitativo introdotto, ovvero il consumo in larga scala, è un elemento molto importante per definire la cultura popolare, ma non è sufficiente, perché anche esaminando le vendite di libri, di video, di dischi e dei biglietti per assistere a concerti, spettacoli e eventi ne verrebbero inclusi anche i prodotti considerati dell’ “alta cultura” ufficialmente convalidata nel corso dei decenni. Decidere quali sono i prodotti considerati parte della cultura dell’elite, della cultura “alta” rappresenta il secondo modo per definire 2 la cultura popolare. Questi prodotti culturali considerati elitari relegano la cultura popolare ad una posizione marginale in cui vengono collocati i testi e le pratiche culturali che non raggiungono gli standard richiesti per qualificarsi come alta cultura. Ciò che è popolare viene definito come una cultura inferiore. La contrapposizione tra cultura e cultura popolare include in sé una gamma di giudizi di valore rispetto a un particolare testo o pratica culturale. Ad esempio, potremmo voler sottolineare la complessità formale o considerare la validità morale di un testo o di una pratica culturale come metodo di giudizio. Possiamo anche sostenere che alla fine il problema si riduce alla visione critica fornita a un testo o a una pratica. Per essere culturalmente valido deve essere difficile. 1 John Storey, Teoria culturale e cultura popolare. Un’introduzione; Roma, Armando editore, 2006, capitolo 1, p.16 2 John Storey, op. cit., p.17

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Diego Clovis Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3750 click dal 20/03/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.