Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Boxbird - Aeroplano leggero sportivo ad alta efficienza

Boxbird è un progetto di aereo con ala a scatola per alti angoli di attacco. Si tratta di un aeroplano leggero sportivo non convenzionale. Tale velivolo è stato progettato con lo scopo di assolvere al compito del trasporto personale ottenendo la massima efficienza energetica.
Per questa ragione la forma della fusoliera coniuga la massima penetrazione aerodinamica con un abitacolo confortevole per due persone.La configurazione da biplano è stata concepita in modo tale da poter offrire la minor resistenza aerdinamica, in modo tale da sostituire gli impennaggi in coda ed ridurre al massimo gli ingombri e le dimensioni della sezione frontale.Le estremità alari congiungono le semiali conferendo rigidità alla struttura e riducendo le turbolenze laterali. Al fine di favorire la manovrabilità a terra, le ali sono ripiegabili; ciò rende possibile il trasporto autonomo del veicolo su sede stradale ed il ricovero dello stesso mezzo all' interno di gran parte dei comuni garage automobilistici.

Mostra/Nascondi contenuto.
Cenni Storici Studio preliminare La maggior parte del traffico a lunga percorrenza è rappresentata da veicoli appartenenti a compagnie ed aziende dedicate al trasporto di persone e di beni appartenenti a terzi. La fetta più rilevante di veicoli costruiti per alte prestazioni e con soluzioni tecniche sofisticate e costose viene impiegata da organizzazioni militari, di ricerca o con finalità sportive. Il mio obiettivo è di realizzare un sistema di trasporto individuale ad alta efficienza che possa essere diffuso a condizioni economiche e tecniche non proibitivi per larga parte della popolazione dei paesi industrializzati o in via di sviluppo. Questo significa che velocità supersoniche e autonomia transoceanica non appaiono realisticamente come caratteristiche incorporabili nel progetto. Concentrarsi su prestazioni più ridotte e requisiti di manutenzione non proibitivi appare dunque la premessa più ragionevole. Seguendo la linea ideale di questo progetto sono portato a non fare uso di materiali e processi produttivi particolarmente sofisticati e costosi. Apparentemente questa decisione sembra retrograda e dannosa per le prestazioni ottenibili tuttavia, i grandi progressi compiuti dai programmi informatici di progettazione, simulazione e analisi permettono di migliorare le prestazioni che possiamo essere in grado di ottenere con materiali più consueti. Negli ultimi anni è stato fatto molto clamore in relazione a progetti stupefacenti caratterizzati da materiali come kevlar, fibre di boro, fullerene, leghe metalliche a memoria di forma o meta materiali nanotecnologici modificabili tramite appositi segnali elettromagnetici. Alla prova dei fatti, però, non risultano attualmente disponibili sul mercato veicoli che traggano vantaggio dalla presenza di tali altisonanti materiali la cui lavorazione necessita di metodologie e macchinari specifici. In realtà solo applicazioni limitate e specialistiche come la difesa o l'esplorazione dello spazio traggono sostanziale beneficio da tali meraviglie della scienza applicate all'industria. La stessa affermazione è valida per quanto concerne i promettenti, quanto esotici, sistemi di propulsione come ramjet ad ozono, getti magneto- idrodinamici lineari, getti al plasma di ioni, celle a combustibile in tutte le loro innumerevoli declinazioni. Lungi da me l' intenzione di sminuire o svalutare le grandiose potenzialità attribuite a questi ritrovati, una volta fantascientifici, preferisco scegliere, per la realizzazione del mio progetto, soluzioni correntemente reperibili tra le 7

Laurea liv.I

Facoltà: Design e Arti

Autore: Andrea Fiaschi Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 289 click dal 28/03/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.