Skip to content

Il fenomeno LOST: analisi di una parabola televisiva

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Faro
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze e tecnologie della comunicazione
  Relatore: Michele  Sorice
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

L’obiettivo della mia tesi è scovare le ragioni che hanno permesso alla serie televisiva Lost di diventare una serie dai grandi record suscitando l’interesse di tutto il mondo e ottenendo consensi sia da parte dei telespettatori che dalla critica.
In Italia da qualche anno i telefilm non sono più utilizzati come riempitivo nei palinsesti ma ci si è finalmente accorti del loro valore e delle loro potenzialità. Essi hanno il pregio di mettere ordine nel disordine dei palinsesti televisivi, di mettere in scena un sistema di valori e di trasferire lo spettatore in una dimensione emotiva che lo compensa da una vita quotidiana arida. È grazie alla scrittura e ad una sceneggiatura molto curata che i telefilm riescono a diventare dei prodotti vincenti e a presentarsi come la vera espressione del nostro tempo. La serialità americana riesce con la creatività e la ripetizione a riflettere lo spirito del tempo descrivendo le gioie e i tormenti che ci colpiscono. A partire dagli anni Novanta le serie televisive sviluppano strutture narrative e temporali sempre più complesse, rendendo il confine tra serie serializzata e serial ancora più labile. I telefilm hanno aumentato il loro livello di autoriflessività e si sono affermati spesso come modelli di testualità di culto destinati a generare fandom, ovvero forme di fruizione intensa e appassionata fino all’estremo dell’immedesimazione. Internet diventa un importante canale di informazione e di aggregazione per i telespettatori ma soprattutto cambiano le modalità di consumo e il rapporto con il pubblico che richiede un coinvolgimento più attivo e partecipativo.
Nel 2004 è approdato sugli schermi televisivi statunitensi un nuovo telefilm che ha fatto discutere di sé prima ancora della messa in onda. Stiamo ovviamente parlando di Lost. Cosa ha permesso ad un concept banale di diventare straordinario? Cosa rende interessante la permanenza di alcuni naufraghi su un’isola deserta? Cos’ha Lost di innovativo rispetto ad altre produzioni precedenti? Non è il plot narrativo ad aver reso Lost una serie di successo quanto piuttosto le tecniche narrative utilizzate: flashback, psicologia dei personaggi e i continui interrogativi innescati. La dicotomia tra presente e passato mostra la vera identità dei protagonisti ma soprattutto spiazza lo spettatore che è costretto a cambiare spesso opinione senza riuscire a scindere tra bene e male. Dopo l’11 settembre e la crisi occidentale, l’uomo ha bisogno di ritrovare sé stesso e la fiducia nell’altro. Lost dal punto di vista politico-sociale rappresenta le più recenti paure ed angosce che coinvolgono l’universo intero: dal disastro aereo, alla solitudine, al nemico invisibile che sta per arrivare.
Il successo di Lost infine è da rintracciarsi anche nelle varie forme che riesce ad assumere nei diversi mezzi di comunicazione, soprattutto su internet dove ha preso vita The Lost experience.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L’obiettivo del nostro lavoro nasce da una passione per la fiction, in particolare la serialità americana che da sempre regala ottimi prodotti che in qualità, in cast ed effetti speciali possono essere paragonati alle produzioni cinematografiche. Prenderemo in esame la serie televisiva Lost cercando di rintracciare i motivi del successo all’interno della narrazione. Quello che possiamo subito notare è che nonostante vengano utilizzati strumenti narrativi classici del mito e della fiaba, non è il plot narrativo ad essere innovativo, quanto piuttosto l’uso delle tecniche narrative. In questi ultimi anni in Italia sono approdate diverse serie televisive che hanno ottenuto grande successo. Nel primo capitolo ci occuperemo di una ricostruzione storica della fiction ripercorrendo le fasi principali fino a dedicarci ad un determinato settore: la fiction televisiva (serial e serie). Ripercorreremo le tappe fondamentali che hanno permesso la nascita e lo sviluppo di questo genere fino ad arrivare ai giorni nostri. Ci occuperemo, in particolare, del formato serie serializzata, o “a incastro”, che nasce dalla contaminazione tra serie e serial e in cui le storie secondarie sono tutte funzionali alla storia principale. Vedremo brevemente la produzione seriale avuta in questi anni per scoprire il percorso compiuto dalle serie televisive prima di giungere a Lost. È con gli anni Novanta che la produzione televisiva americana propone

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi