Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Concentrazione del settore del Luxury and Fashion - Strategie di Crescita e operazioni di Merger and Acquisition

Studio e analisi del settore del lusso e della moda sul territorio europeo. Il lavoro verte sull´analisi delle principali strategie di crescita attuate dai principali competitors europei. In particolare si effettua un´analisi delle operazioni di merger and acquisition per poi concludere con lo studio del caso di acquisizione aziendale di Louis Vuitton - Bulgari.
Il lavoro è suddiviso in quattro capitoli.
Il primo serve ad approfondire i concetti di” lusso” e di “moda”: due termini apparentemente semplici, ma che in realtà definiscono una gamma di prodotti e servizi molto ampia. Viene analizzata l’azienda Gucci, simbolo dell’artigianato di lusso italiano che, di anno in anno, vede crescere il proprio fatturato grazie alle sue strategie vincenti in un periodo di profonde trasformazioni.
Nel secondo, si vuole evidenziare quali siano i fattori critici di successo che le aziende devono possedere per emergere in questo settore. Viene analizzata la concentrazione del settore, segmentandolo per area geografica e per prodotti e servizi offerti. In particolare si comprenderà la valuechain del settore passando attraverso uno studio delle cinque forze competitive di Porter. Così vengono analizzati i principali modelli di business che si sono dimostrati particolarmente efficaci nei confronti dei maggiori competitors europei.
Nel terzo, si analizza come questo mondo, apparentemente così astratto e diverso rispetto agli ultimi venti anni, sia percepito dal consumatore, anch’esso profondamente cambiato: di venti anni più giovane, nato nell’era digitale, viaggiatore sempre in corsa, con un’idea dello shopping molto dinamica, sempre più legata all’esperienza che dev’essere stupefacente, diversa ed unica da Paese a Paese. Vengono, in particolare, approfondite le strategie di crescita.
Nel quarto si passerà da uno studio dettagliato delle strategie, facendo riferimento anche ai principali approcci per la formulazione delle stesse, ad uno studio più analitico delle ragioni strategico-finanziarie alla base di un’operazione di M&A. Si illustreranno, in seguito, i differenti metodi di valutazione enfatizzando quelli più utilizzati nella realtà quotidiana ed illustrando i fattori di successo che guidano le imprese che vogliono attuare una crescita dimensionale “ottima” e coerente con le proprie risorse aziendali. Qui ci verranno in aiuto le Matrici di portafoglio elaborate dalle diverse scuole di pensiero.
Nel quinto capitolo, il lavoro viene completato da un esempio concreto di acquisizione effettuata su un’azienda italiana: Moét Hennessy-Louis Vuitton che acquisisce Bulgari. Dopo aver analizzato i due principali attori, non solo sotto il profilo storico ma anche sotto quello finanziario, si andranno a comprendere le logiche decisionali che hanno spinto il management ad effettuare un’operazione così significativa e quali siano stati i punti chiave per ottenere la creazione del valore.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE True luxury, masstige, premium, ultra-premium, opuluxe, hyperluxe, queste sono solo alcune delle numerose definizioni che sono state elaborate, negli ultimi anni, per determinare il concetto del Luxury e del Fashion. Tutte rendono l’idea di ciò di cui si sta parlando, ma si concentrano perlopiù sulla dicotomia della parola definendo lo status symbol che essa conferisce. In questa sede, si vuole analizzare la concentrazione del settore nel contesto europeo in cui le strategie del lusso sono state elaborate, comprendendo ciò che realmente si intende per Luxury and Fashion, ponendo un’enfasi sulle strategie di crescita che le aziende possono attuare per emergere significativamente nei confronti dei competitors europei. Si parte da un’analisi dettagliata delle caratteristiche che differenziano il settore e si prosegue con un’analisi ancor più particolareggiata, finalizzata a studiare le strategie di crescita. Lo studio è, inoltre, affiancato da reali casi aziendali. Il lavoro è suddiviso in quattro capitoli. Il primo serve ad approfondire i concetti di” lusso” e di “moda”: due termini apparentemente semplici, ma che in realtà definiscono una gamma di prodotti e servizi molto ampia. Viene analizzata l’azienda Gucci, simbolo dell’artigianato di lusso italiano che, di anno in anno, vede crescere il proprio fatturato grazie alle sue strategie vincenti in un periodo di profonde trasformazioni. Nel secondo, si vuole evidenziare quali siano i fattori critici di successo che le aziende devono possedere per emergere in questo settore. Viene analizzata la concentrazione del settore, segmentandolo per area geografica e per prodotti e servizi offerti. In particolare si comprenderà la valuechain del settore passando attraverso uno studio delle cinque forze competitive di Porter. Così vengono analizzati i principali modelli di business che si sono dimostrati particolarmente efficaci nei confronti dei maggiori competitors europei. Nel terzo, si analizza come questo mondo, apparentemente così astratto e diverso rispetto agli ultimi venti anni, sia percepito dal consumatore, anch’esso profondamente cambiato: di venti anni più giovane, nato nell’era digitale, viaggiatore sempre in corsa, con un’idea dello shopping molto dinamica, sempre più legata all’esperienza che dev’essere stupefacente, diversa ed unica da Paese a Paese. Vengono, in particolare, approfondite le strategie di crescita.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca Ambrogio Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4439 click dal 06/04/2012.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.