Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Codifica di canale in ambito UMTS mediante turbo codici

In questa tesi si analizza la codifica di canale in ambito UMTS mediante turbo codici.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE Il grande sviluppo nel campo delle reti di telecomunicazione - Internet in primis - ha portato alla realizzazione di sistemi a larga banda che permettono la trasmissione di dati, voce, immagini e video. Tuttavia, ciò è possibile oggi solo su rete fissa, mentre la mobilità è ancora peculiare di sistemi concepiti soprattutto per il traffico vocale. Gli organismi regolatori, vale a dire l’ITU (International Telecommunication Union) a livello mondiale e l’ETSI (European Telecommunication Standard Institute) in Europa hanno perciò promosso lo studio di sistemi cellulari definiti “di terza generazione”, dopo la prima degli analogici (come il TACS) e la seconda caratterizzata dall’avvento del digitale e dominata dallo standard europeo GSM. Uno degli obiettivi primari è quello di interfacciarsi con Internet e quindi di portare sulla rete mobile i dati sotto forma di pacchetti IP. Per poter fare ciò serve innanzi tutto superare i limiti dati dai sistemi “circuit switched” e muoversi quindi verso il “packet switching”. Bisogna comunque specificare che il problema fondamentale è quello dell’accesso alle risorse radio, in quanto la gestione del traffico verrà effettuata sempre a livello terrestre. Il passaggio dalla seconda alla terza generazione non sarà brusco, ma si passerà attraverso una fase di transizione denominata “seconda generazione e mezza” nella quale verranno implementate su rete GSM la tecnologia GPRS per la trasmissione a commutazione di pacchetto e con bit-rate ben più elevati dei 9600 bit/s del GSM, puntando a raggiungere i 384 kbit/s con il sistema EDGE. Lo standard europeo per la terza generazione viene detto UMTS, che sta per Universal Mobile Telecommunication System. Esso prevede una velocità di trasmissione con picchi addirittura di 2 Mbit/s: diventa perciò fondamentale l’utilizzo di tecniche di Forward Error Controlling che permettano una buona robustezza agli

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Albasser Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1949 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.