Skip to content

Tendenze evolutive nel settore delle scommesse con premi in denaro: una indagine esplorativa sul segmento giovanile

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Moroni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management
  Relatore: Giovanni Mattia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 244

In questo lavoro ho voluto analizzare l'evoluzione che riguarda il settore delle scommesse con premi in denaro, più comunemente conosciuti come "Giochi d'azzardo", con uno specifico focus sul rapporto che c'è tra questi e i giovani di età compresa tra 18 e 20 anni. Il tutto da un punto di vista prettamente Economico.
Ho inizialmente analizzato le origini del gioco d'azzardo, come vengono suddivisi dai vari autori, le motivazioni che portano a giocarci e una breve storia dalla loro comparsa fino ai giorni nostri.
Successivamente li ho inquadrati dal punto di vista sociologico e fenomenologico, con un focus sul gioco giovanile e quello illegale.
Ho definito un quadro sulla normativa, molto complessa, che disciplina i giochi d'azzardo, dai primi regolamenti fino alla normativa attuale, divisa per singola tipologia di gioco.
Successivamente ho delineato l'offerta dei giochi disponibili in Italia:quali fossero, le loro caratteristiche, gli operatori che le offrivano e le politiche di gioco responsabile; ovviamente ho evidenziato anche il ruolo fondamentale dei Monopoli di Stato (AAMS) che detengono il Monopolio dei Giochi.
Dopo aver analizzato alcuni dati secondari, provenienti da ricerche effettuate da vari enti (Nomisma, Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa, e altri) ho effettuato la mia ricerca di mercato, argomento centrale della tesi: dopo aver condotto un focus group con ragazzi dell'età target, ho creato e sottoposto ai ragazzi di età compresa tra 18 e 20 anni un questionario con il quale volevo capire le dinamiche di gioco di questa delicata fascia d'età: chi gioca, perchè gioca, quanto denaro gioca, con quale frequenza, quale conoscenza ha della normativa che sta dietro ai giochi d'azzardo.
Molti risultati sono decisamente sorprendenti, come dimostrano le statistiche inerenti ai 350 questionari raccolti a Roma tra Ottobre 2010 e Gennaio 2011 e riportate per l'appunto nella sezione dedicata della tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 IL GIOCO D’AZZARDO 2. IL GIOCO D’AZZARDO 2.1.1. IL GIOCO E L’AZZARDO 2.1.2. Il gioco Il gioco è “un’azione libera, conscia di non essere presa ‘sul serio’ e situata al di fuori della vita consueta, che nondimeno può impossessarsi totalmente del giocatore; azione a cui in sé non è congiunto un interesse materiale, da cui non proviene vantaggio, che si compie entro un tempo e uno spazio definiti di proposito, che si svolge con ordine secondo date regole, e suscita rapporti sociali che facilmente si circondano di mistero o accentuano mediante travestimento la loro diversità dal mondo solito.” (Huizinga, 2002) Questa definizione 4 di gioco, data da Huizinga, storico olandese, nel suo famoso testo “Homo ludens” del 1948, viene ripresa e criticata da Caillois nel suo “I giochi e gli uomini” scritto nel 1967. Huizinga lega il concetto di gioco prevalentemente a quelli di mistero, segreto, maschera perché lo immagina a servizio di una funzione sacramentale 5 : si presta sempre a una attività ludica, ma questa è strumento di riti sacri e di conseguenza aliena il gioco dalla sua stessa natura, che è prettamente ludica. In questo modo non è più gioco, è istituzione: è fondamentale che nel gioco prevalga la fantasia e il divertimento, che il mistero non sia visto con soggezione (Caillois, 1981). Ma ben più grave agli occhi di Caillois appare la descrizione di Huizinga del gioco avulso da ogni interesse materiale, perché questo porta a escludere dalla definizione di gioco tutte le scommesse e i giochi d’azzardo che, invece, rappresentano una realtà importante della vita quotidiana dei vari popoli e dell’economia dei paesi. Di conseguenza, anche l’aspetto economico è trascurato, ma Caillois è d’accordo con lo storico olandese nel dire che il gioco non crea nessun 4 Nel testo, successivamente, ne è presente anche un’altra meno dettagliata: “[…] gioco è una azione, o una occupazione volontaria, compiuta entro certi limiti definiti di tempo e di spazio, secondo una regola volontariamente assunta, e che tuttavia impegna in maniera assoluta, che ha un fine in se stessa; accompagnata da un senso di tensione e di gioia, e dalla coscienza di ‘essere diversi’ dalla ‘vita ordinaria’” (J. Huizinga, Homo ludens, 2002, Treviso, Einaudi) 5 Concetto che l’autore non esprime soltanto in questa definizione ma che, in realtà, è desumibile in più parti nel testo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi
dipendenza
lottomatica
giovani
gambling
gioco d azzardo
casinò
illegale
bingo
snai
poker
roulette
lotteria
gratta e vinci
slot machine
sisal
ricerche di mercato
questionario
addiction
focus group

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi