Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Economia coloniale e sfruttamento in India nel XX sec. Un caso particolare: la regione del Darjeeling.

Il presente elaborato è frutto di una fedele e scrupolosa ricerca in merito alle dinamiche economiche che hanno caratterizzato l’India tra il XIX ed il XX secolo, con particolare attenzione rivolta alla regione del Darjeeling. In questa sede si è voluto esaminare, a partire dalla piantagione, modello produttivo agricolo per eccellenza durante l’epoca coloniale, lo sviluppo del settore primario in India, focalizzando lo sguardo su una particolare regione, quella del Darjeeling, ancora oggi soggetta alle inevitabili conseguenze che il colonialismo ha portato con sé. La scelta di analizzare nello specifico la suddetta regione oltrepassa motivazioni di carattere generico e convenzionale, per approdare a conoscenze e riferimenti approfonditi, finalizzati a fornire una panoramica globale sul ruolo, talvolta adombrato ed implicito, che il distretto di Darjeeling ha avuto nel corso della storia Indiana. La regione, nota ai più per la sua “internazionalità” per quanto concerne l’esportazione del tè, considerato lo “Champagne dei Tè” , nasconde, al di sotto della sua remota posizione geografica e delle sue difficoltà nel diffondere l’eco delle sue battaglie sociali, caratteristiche e peculiarità del tutto uniche all’interno di un così vasto ed imponente contesto come quello indiano.
Nella parte finale verrà infine messo in luce il movimento Gorkhaland, movimento autonomista che rispecchia gli innaturali stravolgimenti e le contraddizioni delle realtà sociali che il dominio coloniale inglese ha costantemente favorito e inconsapevolmente promosso.

Mostra/Nascondi contenuto.
  4   Introduzione Il presente elaborato è frutto di una fedele e scrupolosa ricerca in merito alle dinamiche economiche che hanno caratterizzato l’India tra il XIX ed il XX secolo, con particolare attenzione rivolta alla regione del Darjeeling. La storia ha insegnato che, al di là di ogni pretestuosa diversa motivazione, il colonialismo ha costantemente esercitato il dominio sui territori occupati, col primario fine di trarre vantaggi economici dallo sfruttamento delle risorse, umane e naturali, ivi presenti. Va peraltro annotato che, per raggiungere il proprio scopo, necessariamente il colonialismo ha favorito lo sviluppo economico dei territori governati, ha contribuito alla diffusione di nuove tecnologie e metodologie di lavoro, ha incrementato l'occupazione locale ed ha realizzato strutture e infrastrutture anche di particolare importanza. Tuttavia, per quanto facilmente intuibile, ben

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Alessio Caglioni Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1437 click dal 19/04/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.