Skip to content

Ricordo e Identità nel memoir di Louise DeSalvo e Tina De Rosa

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Trovato
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Culture Europee
  Relatore: Floriana Puglisi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

Ricerca dell'identità delle autrici contemporanee italo-americane di terza generazione, attraverso il genere autobiografico del memoir.
[...] La linea del nostro dibattito avrà inizio da uno sguardo e da una lettura “distante” nello spazio e nel tempo, che, nel primo capitolo, ripercorre le origini di quei transiti. Contestualmente ritroveremo il senso del memoir come pratica letteraria e politica.
Nel secondo capitolo ci chiederemo in che modo la scrittura, in particolare quella di Louise DeSalvo, possa liberare la famiglia e la donna da segreti e tabù. Fondamentale sarà riconoscere una tradizione letteraria femminile, la modalità di scrittura autonarrativa delle minoranze, l’esplorazione di punti di vista non ufficiali e gli ostacoli alla produttività e all’autodefinizione che Louise DeSalvo affronta quando problematizza la diversità etnica e identitaria. Nel suo memoir, il malessere diventa metafora di una condizione che investe la scrittura italoamericana.
Nel terzo capitolo, infine, le aspirazioni non convenzionali di una donna s’incontrano con la complessità di un ricordo che illustra la stratificazione simbolica e lo spaesamento fisico, familiare, mitico e sociale nella difficile relazione tra spazi esterni ed interiori. Mostreremo come le immagini poetiche di Tina De Rosa raccolgano la sfida di riassumerne la verosimile potenza trasformatrice, il desiderio di mobilità nel presente e la necessità di conservare il passato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 ABSTRACT #1 Questo nostro itinerario unisce la necessità di recuperare connessioni e continuità nel processo di costruzione dell’identità italo-americana femminile che rimodella i confini del discorso tra Vecchio e Nuovo Mondo. In particolare, tracciamo i rapporti tra luoghi e identità nelle opere di Louise De Salvo e Tina De Rosa; indaghiamo la coscienza del soggetto femminile che scrive e aspira ad andare al di là dei propri confini culturali, attraverso un genere particolare che funge da filo conduttore della nostra analisi: il memoir, inteso come pratica letteraria e politica. Attraverso la scrittura e il dialogo con modelli letterari femminili ritenuti fondamentali per custodire e tramandare la memoria di altre esistenze, le nostre autrici rivendicano la possibilità di auto-rappresentazione culturale e sollecitano domande su se stesse e sulle comunità di appartenenza, finalmente incluse nella letteratura canonica. Il nostro discorso si legge come ritrovamento dell’autorità di voci che offrono anelli di congiunzione tra passato e con la conseguente riconfigurare dei soggetti e delle lingue. Si può dedurre che una scrittura così , operi scelte originali quando non si cura di essere lineare e riconducibile a narrazioni preesistenti, optando invece per una prospettiva plurale che lasci spazio a più voci, che nasca dal contatto di più lingue e soggetti parlanti, distinti per storia emotiva e sociale. Così, se il memoir di Louise De Salvo, (Vertigo), apre a quegli elementi chiave che chiariscono il dilemma assimilazione/separazione, allo spaesamento e all’orgoglio ostinato di radici che fungono da principale veicolo di espressione artistica, culturale e alterazione sociale; le microstorie di Tina De Rosa (Paper Fish) diventano, invece, manifestazione poetica di una dislocazione spaziale e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

identità
scrittrici
italo americano
memoir
louise desalvo
tina de rosa
immigrazione
esodo
paper fish

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi