Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'inquinamento da elementi in traccia nell'area di Taranto: biomonitoraggio mediante l'utilizzo del muschio Hypnum cupressiforme.

Lo scopo della mia tesi è stato quello di monitorare la concentrazione di metalli pesanti nell'aria, sfruttando la capacità dei muschi di intrappolarli.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il monitoraggio ambientale: un efficace strumento di controllo Da quando l‟uomo ha fatto la sua comparsa sulla Terra ha profondamente modificato l‟ambiente. Il cambiamento apportato alla natura è stato purtroppo nella maggior parte dei casi a svantaggio di quest‟ultima, con uno sfruttamento forsennato delle risorse disponibili, con la distruzione ed il danneggiamento degli ecosistemi, uniti alla minaccia di stravolgere i delicati e complessi equilibri che governano il nostro pianeta. Alla base di questo comportamento vi è una visione esclusivamente antropocentrica, caratterizzata da un forte egocentrismo che vede l‟uomo orientato al proprio esclusivo beneficio, senza considerazione alcuna e rispetto per gli altri esseri viventi che popolano la Terra e nemmeno per le generazioni future. Prima che l‟irrazionale progresso riduca questo mondo in “polvere di Cantor”, qualche segnale fa sperare che questa tendenza negativa possa un giorno essere invertita. Il monitoraggio ambientale si inserisce nel panorama delle iniziative di salvaguardia dell‟ambiente, con la misura dei parametri inquinanti ed il loro controllo costante. Infatti il monitoraggio prevede la sistematica raccolta di dati qualitativi e quantitativi, usando una procedura standardizzata per il periodo temporale di studio. La tecnica del monitoraggio è costituita da varie fasi:  definizione dell‟obiettivo  selezione degli indicatori e del segnale da misurare  piano esecutivo per definire i punti di monitoraggio, i tempi di raccolta dei dati e la durata dell‟azione  raccolta ed interpretazione dei dati  valutazione finale Quindi il monitoraggio ambientale è costituito dall‟insieme delle operazioni che permettono, con la rilevazione di una serie opportuna di indicatori, di valutare lo stato di qualità dell‟ambiente. Per quanto riguarda, l‟inquinamento atmosferico le tecniche previste si possono avvalere di strumenti automatici o semiautomatici per l‟individuazione diretta degli inquinanti e di organismi viventi che interagendo con l‟atmosfera a più livelli, possono servire da bioindicatori. Di pari passo, con il miglioramento delle tecniche di monitoraggio, bisognerebbe cercare di aumentare le conoscenze dell‟ambiente e delle dinamiche degli ecosistemi. Solo così si potrebbe effettuare un‟analisi più realistica dei problemi ambientali, essenziale per una più efficace strategia di salvaguardia e risanamento del meraviglioso mondo che ci circonda. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Chiara Scamardella Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 821 click dal 15/10/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.