Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Filogenesi molecolare di coralli stoloniferi (Cnidaria:Octocorallia)

Le classificazioni tassonomiche dei taxa ascritti alla classe degli Anthozoa sono variate nel tempo a causa della difficoltà nell’individuare caratteri morfologici idonei per ricostruire le relazioni filogenetiche a causa della loro relativa semplicità morfologica (Bayer 1956; France et al., 1996; Berntson et al., 1999; Fabricius and Alderslade 2001).
L’affinità ed il grado di divergenza evolutiva tra diverse specie di coralli rappresenta un grosso problema e un limite allo studio della diversità degli ambienti corallini. L’identificazione di specie solamente su base morfologica risulta perciò spesso difficile, e per questa ragione sempre di più si ricorre all’utilizzo di analisi molecolari (France et al., 1996; Berntson et al., 1999, 2001; Won et al., 2001; Sánchez et al., 2003). Nel seguente lavoro di tesi, sono state studiate le relazioni filogenetiche tra specie appartenenti agli ottocoralli attraverso l’analisi molecolare di sequenze parziali appartenenti ai due geni mitocondriali msh1 e ND2. Il gene msh1 codifica per una proteina coinvolta nel processo di
riparazione del DNA mitocondriale che presenta un’attività ATPasica e un’affinità specifica per le porzioni di DNA contenenti errori. Il gene ND2, invece, codifica per la sub unità 2 dell’enzima NicotinammideAdenina Dinucleotide deidrogenasi (NADH DH).
In particolare in questa tesi si sono ricostruite le relazioni filogenetiche tra le specie analizzate (Cornularia cornucopiae, Clavularia crassa, Sarcodictyon catenatum) confrontandole con le sequenze delle altre specie di ottocoralli presenti nelle banche dati evidenziando divergenze tra i dati molecolari e le classificazioni tassonomiche basate sulle caratteristiche morfologiche.
In questa sede, al fine di ricostruire le relazioni di parentela evolutiva, sono stati realizzati degli alberi filogenetici con i metodi dell’Inferenza Bayesiana, Neighbour-Joining e Massima Parsimonia.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Introduzione 1.1. Scopo della tesi Le classificazioni tassonomiche dei taxa ascritti alla classe degli Anthozoa sono variate nel tempo a causa della difficoltà nell’individuare caratteri morfologici idonei per ricostruire le relazioni filogenetiche a causa della loro relativa semplicità morfologica (Bayer 1956; France et al., 1996; Berntson et al., 1999; Fabricius and Alderslade 2001). L’affinità ed il grado di divergenza evolutiva tra diverse specie di coralli rappresenta un grosso problema e un limite allo studio della diversità degli ambienti corallini. L’identificazione di specie solamente su base morfologica risulta perciò spesso difficile, e per questa ragione sempre di piø si ricorre all’utilizzo di analisi molecolari (France et al., 1996; Berntson et al., 1999, 2001; Won et al., 2001; SÆnchez et al., 2003). Nel seguente lavoro di tesi, sono state studiate le relazioni filogenetiche tra specie appartenenti agli ottocoralli attraverso l’analisi molecolare di sequenze parziali appartenenti ai due geni mitocondriali msh1 e ND2. Il gene msh1 codifica per una proteina coinvolta nel processo di riparazione del DNA mitocondriale che presenta un’attività ATPasica e un’affinità specifica per le porzioni di DNA contenenti errori. Il gene

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Biologia applicata

Autore: Rossella Ferrante Contatta »

Composta da 83 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 773 click dal 30/04/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.