Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I professionisti delle Scienze Motorie, tra albi professionali e libero mercato

Questo studio ha come presupposto l’assunto che i professionisti delle Scienze Motorie e Sportive in possesso di un percorso formativo ed esperenziale di qualità, che si confrontano e scontrano tuttavia, per ragioni che si è cercato almeno in parte di enunciare nel presente studio, con una situazione di asimmetria tra livello di professionalità acquisita e congrua corresponsione sociale (e, conseguentemente, economica), cerchino di individuare da tempo un percorso sostenibile per la propria affermazione verso tale direzione. Tale volontà, lungi dall’esprimersi in un percorso dalla direzione univoca ed in modo coordinato, si è viceversa dispersa in molti sentieri, lasciando un settore professionale indubbiamente importante per l’intero sistema sociale nel suo stato di storico inappagamento.

Tuttavia, per quanto frammentaria e indefinita, la volontà di affermazione ha trovato in un’idea, che spesso appare facilmente condivisa, un elemento di comunanza tra molti studenti e professionisti, cioè che la creazione di un ordinamento professionale e di un relativo albo, sulla scia di quanto accade per molte professioni di più lunga e consolidata tradizione, possa essere una strada percorribile.

Attraverso un quadro storico che esamina le principali motivazioni che hanno portato alla situazione di ritardo di sviluppo del settore, ed un quadro socio-professionale dei mestieri legati alle Scienze Motorie e Sportive, ed infine un’analisi dei processi in atto a carico degli ordini professionali di antica e più recente affermazione, sarà condotto un ragionamento che porterà alla conclusione che l’unico percorso dai risultati certi per l’affermazione nel tumultuoso ambiente contemporaneo appare l’investimento nella formazione di alta qualità certificata, di cui, accanto ad agenti formativi già esistenti come Università e CONI, l’associazionismo spontaneo potrebbe farsi promotore e portatore.

Qualità certificata, revocabile non appena il professionista interrompa l’aggiornamento, e la possibilità di essere verificato nei propri requisiti qualitativi sia dall’erogante la certificazione sia dall’utente finale, sono concetti alla base del libero mercato col quale necessariamente i professionisti odierni, sia quelli nuovi i cui contorni sono in fase di definizione, sia quelli più storicamente consolidati che ancora si trincerano dietro forme protezionistiche (invero sempre più labili), sono chiamati a confrontarsi.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questo studio ha come presupposto lʼassunto che i professionisti delle Scienze Motorie e Sportive cerchino di individuare da tempo un percorso sostenibile per la propria affermazione professionale, e quindi sociale ed economica. Tale volontà, lungi dallʼesprimersi in un percorso dalla direzione univoca ed in modo coordinato, si è viceversa dispersa in molti sentieri, lasciando un settore professionale indubbiamente importante per lʼintero sistema sociale nel suo stato di storico inappagamento. Tuttavia, per quanto frammentaria e indefinita, la volontà di affermazione ha trovato in unʼidea, che spesso appare facilmente condivisa, un elemento di comunanza tra molti studenti e professionisti, cioè che la creazione di un ordinamento professionale e la creazione di un relativo albo, sulla scia di quanto accade per molte professioni di più lunga e consolidata tradizione, possa essere una strada percorribile. Attraverso un quadro storico che esamina le principali motivazioni che hanno portato alla situazione di ritardo del settore, ed un quadro socio- professionale dei mestieri legati alle Scienze Motorie e Sportive, ed unʼanalisi dei processi in atto a carico degli ordini professionali di antica e più recente affermazione, sarà condotto un ragionamento che porterà alla conclusione che lʼunico percorso dai risultati certi per lʼaffermazione nel tumultuoso ambiente contemporaneo appare lʼinvestimento nella formazione di alta qualità certificata, di cui, accanto ad agenti formativi già esistenti come Università e CONI, lʼassociazionismo spontaneo potrebbe farsi promotore e portatore. 6

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Alessandro Sitzia Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1939 click dal 03/05/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.