Skip to content

Obesità e stili di vita in età pediatrica: un confronto tra la realtà trentina e quella nazionale.

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Busnengo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Giuseppe Espa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

Un popolo di sedentari e in sovrappeso!
In base a dati forniti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), si evince che negli Stati Uniti circa il 66% della popolazione adulta (20-74 anni) è in condizioni di peso anomalo, di cui il 31% ascrivibile all’obesità, mentre il 35% al sovrappeso.
In Europa, l’obesità è definita come una “epidemia estesa a tutta la regione”. Addirittura il 75% della popolazione adulta è in condizioni di peso anomalo, di cui circa il 25% obeso e il 50% sovrappeso.
In Italia recentissimi risultati di ricerca sul campo hanno “fotografato” il fenomeno e indagato nelle problematiche, con le conseguenti implicazioni relative ai comportamenti alimentari di bambini e ragazzi in età adolescenziale (spuntini fuori pasto molto ricchi di grassi e zuccheri, bevande dolci e gassate, basso consumo di frutta, verdura ed acqua).
Per ciò che concerne poi gli “stili di vita”, si riscontra che due bambini su tre, nell’età prescolare, e un ragazzo su due in età scolastica, risultano essere sedentari, cioè non fanno attività sportiva in orario extrascolastico, per le due ore settimanali minime auspicabili e non si dedicano ai giochi di movimento per almeno mezz’ora al giorno.
Troppo tempo davanti a TV e Playstation: si calcola in media, che gli adolescenti si trattengano davanti uno schermo per circa 2 ore/die.
L’elemento di maggiore gravità, tuttavia, è che sin da piccoli, bambini ed adolescenti siano soggetti alla cosiddetta “Obesità Viscerale”, ovvero, a quell’insieme di stimoli al cibo, che rappresentano un fattore di rischio importante per lo sviluppo di alterazioni metaboliche e di rischio cardiovascolare come ipertensione, colesterolo e trigliceridi elevati, livelli bassi di colesterolo “buono” HDL, glicemia alta a digiuno, tutti indici sintetizzati nella sigla “Metabolic and Cardiovascular Risk Factors” (MCVRFs).
Quanti sono i soggetti a rischio? I numeri parlano chiaro: il 44% dei bambini da 3 a 6 anni, il 31% di quelli dai 7 ai 10 e il 26% di quelli dagli 11 ai 16 anni.
Se il problema è molto diffuso nei giovanissimi, non è assente negli adulti, sia pure in modi e forme diverse.
Si calcola che il 49% delle donne e il 43% degli uomini oltre i 50 anni superino il limite della circonferenza di vita stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nella misura di: 88 cm per le donne e 102 cm per gli uomini, in un contesto di attività motoria poco praticata.
Non c’è da stupirsi poi se i bambini mangiano male…
---------------
Per ciò che concerne, in particolare, la presente ricerca, ci si propone di individuare, segnalare ed organizzare, in un quadro compiuto, le metodologie statistiche più appropriate, per la misura delle diverse grandezze presenti nel fenomeno “obesità” indagato.
A tale scopo si indicheranno indici, tests, procedure, per misurare intensità e forme della “obesità viscerale”, nonché metodologie rivolte alla individuazione delle cause che portano alla diffusione sempre più ampia di questo malessere sociale.
Tutto ciò al fine di approntare materiale, scientificamente fondato, che possa rivelarsi utile agli esperti del settore (medici, dietologi, amministratori sanitari), per quei provvedimenti, sia in ambito alimentare che in quello riguardante lo stile di vita, finalizzati alla riduzione dei rischi collegati al sovrappeso e all’obesità.
L’intera analisi è sviluppata secondo lo studio quantitativo e qualitativo di un “collettivo”, proprio della metodologia statistica, mediante l’utilizzo di alcuni dei più importanti indicatori d'indagine statistica quali: Test del χ2 (Test di conformità e Test di Indipendenza), Indici di Cograduazione, Test di Mann-Whitney, Test di Kruskal-Wallis, Trasformazione delle Variabili, Interpolazione con il Modello Logistico, Tests Clinici, Teorema di Bayes ecc.
Tali metodologie saranno indicate, di volta in volta, in alcune ricerche empiriche effettuate in Italia e, quindi, organizzate e proposte, secondo i rispettivi ambiti di applicazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Un popolo di sedentari e in sovrappeso! In base a dati forniti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), si evince che negli Stati Uniti circa il 66% della popolazione adulta (20-74 anni) è in condizioni di peso anomalo, di cui il 31% ascrivibile all’obesità, mentre il 35% al sovrappeso. In Europa, l’obesità è definita come una “epidemia estesa a tutta la regione”. Addirittura il 75% della popolazione adulta è in condizioni di peso anomalo, di cui circa il 25% obeso e il 50% sovrappeso. In Italia recentissimi risultati di ricerca sul campo hanno “fotografato” il fenomeno e indagato nelle problematiche, con le conseguenti implicazioni relative ai comportamenti alimentari di bambini e ragazzi in età adolescenziale (spuntini fuori pasto molto ricchi di grassi e zuccheri, bevande dolci e gassate, basso consumo di frutta, verdura ed acqua).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diabete
obesità
endocrinologia
bmi
peso
sovrappeso
diabetologia
sedentarietà
grasso corporeo
circonferenza vita

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi