Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamiche economiche delle produzioni agroalimentari di qualità: un confronto tra prodotti tipici e biologici.

il presente lavoro ha voluto richiamare l'attenzione su due produzioni di qualità: prodotti tipici e prodotti biologici.
L'obiettivo della tesi è quello di effettuare un confronto, o meglio valutare le performance dei prodotti tipici e dei prodotti biologici sulla base delle scelte effettuate dai consumatori e quindi verificare se il consumatore premia la qualità legata alla salubrità rispetto alla qualità legata all'origine.
la tesi si compone di 4 capitoli. Nel primo viene trattato in modo generale il concetto di qualità, nel secondo capitolo viene spiegato cosa si intende per prodotto tipico e le denominazioni DOP IGP STG, nel terzo capitolo sarà analizzato il concetto di prodotto biologico con la normativa riguardante e il quarto capitolo è interamento concentrato sul confronto fra prodotti tipici e prodotti biologici.
Il confronto avviene tenendo conto dell'analisi della spesa domestica Dop/Igp e prodotti biologici oltre a un confronto su i fatturati alla produzione

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il settore agroalimentare in Italia è, oggi, caratterizzato da una fortissima attenzione a tutti gli aspetti legati alla qualità. Per tale motivo, la produzione è sempre più orientata verso prodotti a cui il consumatore riconosce un valore di qualità e di tutela ambientale e culturale, quali quelli biologici e quelli legati al territorio. I prodotti tipici possono rappresentare, per i consumatori, una risposta genuina e certificata ai problemi legati alla sicurezza alimentare, dove la tradizione storica e il collegamento con il territorio rappresentano i punti fondamentali per la qualità del prodotto. A loro volta i prodotti biologici sono considerati prodotti che permettono di garantire la sicurezza alimentare e la sicurezza ambientale per la tipologia di coltura basata solo su fertilizzanti organici e naturali, quindi senza l’uso di sostanze chimiche e nocive e a ridotto impatto ambientale. La presente tesi ha come scopo quello di effettuare un confronto fra le dinamiche economiche tra i prodotti tipici e prodotti biologici. L’elaborato, prima di affrontare questo paragone, introduce le caratteristiche di tali prodotti oltre al concetto di qualità. Il primo capitolo tratta il concetto di qualità in modo generale, cioè cosa si intende per qualità con la definizione dettata dalla norma ISO 8402, le varie tipologie, i vari aspetti pluridimensionali e i requisiti fondamentali che concorrono alla formazione della qualità alimentare oltre al processo di certificazione. Nel secondo capitolo viene trattato il tema dei prodotti tipici. In questo capitolo l’attenzione è rivolta alle caratteristiche necessarie per la tipicità del prodotto e ai vari regolamenti comunitari che tutelano tale produzioni. Viene spiegato cosa si intende per prodotti DOP, IGP e STG e le condizioni necessarie da sussistere per ottenere l’appellativo di una delle tutele. Poi sono riportati dati riguardo il numero dei prodotti DOP e IGP presenti nell’Unione Europea e la ripartizione per comparto merceologico delle produzioni certificate italiane. Nel secondo capitolo viene accennata anche la riforma (Reg. CE 479/2008) riguardante il settore vitivinicolo e vengono riportati alcuni dati che riguardano la distribuzione regionale dei riconoscimenti in tale settore. Il terzo capitolo descrive i prodotti da agricoltura biologica, i principi fondamentali sanciti dall’International Federation Organic Agriculture Movements (IFOAM) su cui

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Sementilli Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2639 click dal 22/05/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.