Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Vercors: le diverse forme della Resistenza attraverso una lettura dei romanzi

Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale e l’invasione tedesca della Francia gli scrittori francesi si sono immediatamente divisi su due fronti: da una parte i collaborazionisti, sostenitori dello stato di Vichy guidato dal maresciallo Pétain, dall’altra i suoi oppositori che hanno iniziato a pubblicare clandestinamente le loro opere che avevano come compito principale quello di incitare alla resistenza contro l’invasore.
L’opera si divide in due parti ben distinte. Nella prima vengono percorsi tutti gli eventi principali della Seconda guerra mondiale (il drôle de guerre, l’invasione, la nascita dello stato di Vichy, l’appello di De Gaulle, la liberazione dell’Africa, lo sbarco in Normandia e in Provenza, la proclamazione della Repubblica) e della Resistenza (dagli inizi alla vittoria) con particolare attenzione sui contatti tra la Resistenza interna ed esterna. Inoltre, viene posto il problema di chi possa essere definito un resistente: se, infatti, subito dopo la fine della guerra solo coloro che avevano combattuto con le armi erano stati ritenuti tali, col passare del tempo anche coloro che avevano aiutato in altro modo i resistenti erano stati definiti con questo nome. In questa lunga parte l’opera ha un carattere prettamente storico.
Nella seconda parte, invece, si analizzano tutte le opere di Vercors che trattano il tema della guerra e della Resistenza sotto qualsiasi aspetto. Si tratta di racconti contenuti nelle raccolte Le silence de la mer (Désespoir est mort, L’impuissance, Le cheval et la mort, La marche à l’étoile, L’imprimerie de Verdun, Le silence de la mer, Les armes de la nuit) e Les yeux et la lumière (Les mots, Le démenti) e di un romanzo (La puissance du jour). In quest’opera i modi di resistere sono stati divisi in 4 filoni principali: la resistenza militare, la resistenza informativa, la resistenza umanitaria e la resistenza simbolica. Ognuna di esse dimostra una diversa volontà di opporsi ai nemici attraverso quel poco che si può fare con i propri mezzi. All’interno di ognuno di questi capitoli sono stati analizzati tutti i personaggi e le situazioni presenti nei testi di Vercors. Si è, inoltre, notato che esistono alcune caratteristiche in comune tra i vari personaggi dello scrittore.
La conclusione mira invece a dimostrare lo stretto legame esistente tra storia e letteratura in questo periodo e a come siano entrati a far parte della storia della letteratura solo gli écrivains engagés.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE J ’ ai en v ie d e p ar ler d e la r o s e et d u r o s s ig n o l, d ’ u n e b elle n u it, d ’ u n e b elle j o u r n ée et d ’ u n e b elle vie, du bonheur, et des drames fragiles , f ac iles e t in co n s i s ta n ts … Qu e la f e m m e s o it b elle , q u e l’ h o m m e s o it g r an d et g é n ér eu x , q u e l ’ a ir a u to u r d ’ e u x s o it p u r et s an s d an g er s , q u e le s ea u x s o ie n t b leu es et tièd es comme les cieux, que la terre soit fleurie sous le pas léger du couple, que le destin lui laisse le temps de v o ir ch aq u e f e u ille s u r le s ar b r es, ch aq u e i n s ec te s u r s o n b r i n d ’ h er b e, ch aq u e m o u v e m en t d u cœu r , d e la p en s ée … Ma i s m a v ie m e tie n t p ar le p o ig n e t et j e to m b e, j e to m b e co m m e s i j ’ av ai s une pierre au cou, j u s q u ’ a u f o n d d e la r éa lité. 1 Con queste parole Elsa Triolet, una delle grandi scrittrici della Resistenza e amica personale di Vercors, nonché moglie di Aragon, apre il racconto La vie privée ou Alexis Slavsky, artiste et peintre, uno dei quattro contenuti nella raccolta Le premier accroc coûte deux cents francs . È e vident e c ome f in dall’ini z io l ’a utric e po ng a l’a c c e nto sulla realtà, quindi sulla guerra, che costituisce lo sfondo in cui ambientare le sue storie. Come lei riferisce, vorrebbe trattare temi qua li l’a more e la na tura , sicur a mente più disimpegnati, ma la situazione storica circostante le impedisce di occuparsi di tali soggetti “ le gge ri” . Q ue sta sc rittric e , quindi , a l mom e nto de ll ’ invasione e de ll ’oc c upa z ione ted e sc a , ha dovuto ope ra r e una sc e lt a c h e l’h a c ondott a a divent a re un’a utric e engagée nel disperato tentativo di mostrare, tramite la sua penna, al popolo francese la retta via, quella cioè che porta a rifiutare e combattere il nemico e non ad assecondarlo. Elsa Triolet, tuttavia, non è la sola ad aver dovuto decidere quale comportamento adottare nei confronti del regime e della Resistenza, ma tutti gli scrittori de ll ’e poc a sono stati c ostre tt i a sc e g li e re se star e d a ll a pa rte d e ll ’inva sore o de i resistenti, trala sc iando i n fr e tt a i temi “ du B e a u, du Vr a i e t du B ien” 2 che avevano pr oli fe ra to n e ll ’ entre-deux-guerres . I d ra mm a ti c i fa tt i a vve nuti tr a l’inve rn o del 1939 e la primavera del 1940 riportano gli scrittori sulla terra e li obbligano a schierarsi da una pa rte o d a ll ’a lt ra . Ovvia mente , le opini oni e le re a z ioni de i letter a ti so no diver se e variano anche con il passare degli anni. Di seguito riportiamo le più diffuse. Alcuni autori, tra i quali si annoverano Drieu la Rochelle, Giono, Morand e Brasillach, si schierano apertamente a favore del regime hitleriano e, da esso, sono 1 Elsa Triolet, La vie privée ou Alexis Slavsky, artiste et peintre, in Elsa Triolet, Le premier accroc coûte 2 cents francs. Edition Denoel, Paris, 1945, pag 101. 2 Gérard Loiseaux, Littérature et guerre des mots, in Littérature et Résistance. Textes réunis par Ruth Reichelberg et Judith Kaufmann. Presses universitaires de Reims, Reims, 2000, pag 199.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Daniele Rinaldi Contatta »

Composta da 153 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 541 click dal 25/05/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.