Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Neville Goddard (1905-1972) e il ''Nuovo Pensiero''

«Questo sarà un corso molto pratico. Pertanto, spero che ognuno in questa classe abbia un'immagine molto chiara di ciò che desidera, perché sono convinto che potete realizzare i vostri desideri con la tecnica che riceverete qui, questa settimana, in queste cinque lezioni.»

Con queste parole Neville Goddard introduce la prima di una serie di lezioni sulla Bibbia, tenute nella città di San Francisco nel 1948. Ma può il saper realizzare i propri desideri essere una forma di Cristianità?

Questa tesi è dedicata a un sentiero spirituale, metafisico, che si può intraprendere per concretizzare ogni desiderio. Un metodo pratico: il fiore di un albero che il presente lavoro ha cercato di approfondire sin dalle radici.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Può la Bibbia indicare all’uomo una via pratica che gli permetta di soddisfare i suoi desideri? Può la preghiera essere un atto di fede di sicuro risultato? Il New Thought – o Nuovo Pensiero – risponde a queste domande con un convinto “sì”. Nella sua espressione piø moderna il Nuovo Pensiero è rappresentato da un fenomeno editoriale dei giorni nostri: il libro The Secret, di Rhonda Byrne. Il punto di partenza di questa tesi è stato pertanto il successo di The Secret, un’opera nata dai principi del movimento del Nuovo Pensiero. Dopo aver definito quest’ultimo e aver dato cenni storici e geografici sul suo sviluppo, viene presentata la figura di Neville Goddard, uno dei maggiori docenti che ne illustra i Fundamentals. Quindi la tappa seguente, la visione della Bibbia, è dedicata interamente al legame madre-figlio che c’è fra Bibbia e il Nuovo Pensiero. Questo legame viene messo in luce specialmente nel corso di lezioni del 1948 dello stesso Neville Goddard. Le lezioni, volte a svelare i piø intimi precetti della Bibbia, rintracciati sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento, ci permetteranno di conoscere il modo in cui si presume che Gesø stesso operava i suoi prodigi: l’arte della preghiera. Un’arte che si può imparare. Nella speranza di essere riuscito a mantenere intatto il fascino dell’autore e della materia qui trattati, auguro una buona lettura.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Giurdanella Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7603 click dal 29/05/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.