Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La statistica nella preparazione dell'allenamento e della gara nella pallavolo

Con questo lavoro ho cercato di capire quanto la statistica possa influenzare il gioco e il raggiungimento della vittoria o della prestazione migliore, in breve, quanto sia realmente utile.
La rilevazione statistica è un elemento che durante l’evoluzione del gioco ha sempre preso più spazio all’interno della preparazione alle gare ed agli allenamenti nella pallavolo. Due delle peculiarità della pallavolo sono la totale mancanza di contatto fisico tra avversari e la impossibilità di poter “trattenere” in mano la palla o colpirla due volte. Tutto questo rende questo sport veloce ed imprevedibile, per questo viene definito “situazionale”.
Più l’atleta è evoluto e più sarà capace di fronteggiare le varie situazioni di gioco in maniera ottimale per il raggiungimento del “punto”.
L’analisi delle situazioni che si possono presentare e il comportamento seguente dell’atleta vengono studiati attraverso la rilevazione statistica.
Si tratta quindi di tradurre in simboli e numeri tutto quello che succede all’interno del campo di gioco, per poi essere analizzato. Per fare questo esistono vari modi, tramite carta e penna o attraverso software specifici per questo uso. In questa trattazione farò riferimento al software DataVolley2007 Professional della Data Project srl, che è il sistema di rilevazione usato in campo internazionale.
Nella prima parte una presentazione della pallavolo con alcuni cenni storici ed una breve descrizione di cosa è la statistica e la sua applicazione sportiva. Nella seconda parte cercherò di analizzare come può essere utilizzata la rilevazione statistica per la preparazione delle gare e degli allenamenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Capitolo 1: Pallavolo e statistica 1.1 Introduzione alla pallavolo La pallavolo è uno sport di squadra, ed è, forse, lo sport che meglio rappresenta questo concetto; vuoi per il regolamento, vuoi per le condizioni che si verificano durante uno scambio di gioco in cui ogni giocatore non può fare a meno del compagno per poter conquistare il punto. La pallavolo è: “un gioco fra due squadre di sei elementi ciascuna, i quali devono, con le mani o qualsiasi altra parte del corpo, rinviarsi al di sopra della rete sistemata sulla linea centrale del campo un pallone, colpendolo prima che tocchi terra, ciascun giocatore una sola volta e non più di tre volte nella stessa parte del campo a ogni rilancio” [1]. Secondo il regolamento ufficiale della FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) “La Pallavolo è uno sport giocato da due squadre su un terreno di gioco diviso da una rete. Ci sono differenti versioni del gioco adattabili a specifiche circostanze nell’ambito della versatilità del gioco per tutti. Lo scopo del gioco è quello di inviare la palla sopra la rete affinché cada a terra nel campo opposto e di evitare che ciò avvenga sul proprio campo. La squadra ha a disposizione tre tocchi per rinviare la palla (in aggiunta al tocco di muro). La palla è messa in gioco con un servizio: inviata con un colpo dal battitore sopra la rete verso gli avversari. L’azione continua fino a che la palla tocca il campo, è inviata “fuori” o una squadra non la rinvia correttamente. Nella pallavolo, la squadra che vince un’azione di gioco conquista un punto. Quando la squadra in ricezione vince un’azione, conquista un punto ed il diritto a servire ed i suoi giocatori ruotano di una posizione in senso orario” [2]. La pallavolo è anche uno “sport di situazione”, ciò significa che per

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Andrea Vanini Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6262 click dal 31/05/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.